A casa mia

Scritto da , il 2020-07-31, genere tradimenti

Driiiiiiin! Driiiiiiiin!!
Ma chi diavolo sarà? mentre l'orologio sul comodino indicava le 07:50.
Driiiiiiin! Driiiiiiiin!
Gioele indossò una maglia e ancora mezzo stordito dalla sveglia si avvicinò al citofono.
Chi... chi è?
Gioele, sono Angelica. Aprimi!
Ma è successo qualcosa? Va... va tutto bene?
Fammi salire e ti spiego - gli disse la donna.
Dopo pochi istanti sentì l'ascensore fermarsi al piano ed aprendo la porta vide apparire sua cognata.
Angelica, ma è successo qualcosa?
Varcando la soglia gli disse che andava tutto bene, e che aveva preso una giornata libera dal lavoro.
Indossava dei leggings neri, un paio di scarpe aperte con il tacco e una maglia bianca che lasciava scoperta una spalla.
Quindi fino alle due posso stare con te.
A Gioele, ancora stupito della visita inaspettata venne immediatamente in mente ciò che avvenne quella famosa domenica pomeriggio //delux3000.ru/javnoi/racconto/49412-una-domenica-pomeriggio
solo che quella volta con loro c'era anche Daniele.
Te l'avevo detto che non sarebbe finita così - gli disse Angelica - avviandosi verso la cucina.
Gioele provava un misto di eccitazione e stupore e seguendo sua cognata, si accinse a preparare il caffè.
Ieri avrei voluto avvisarti, ma ero sicura che avresti gradito l'effetto sorpresa.
Gioele le si avvicinò e dopo averle messo le mani sui fianchi, iniziò a baciarla. I due si baciarono con passione e il desiderio era palpabile. Le mani di lui si insinuarono sotto la maglia e per afferrare i seni della donna. Seni che aveva tanto desiderato ed in un'occasione già assaporato.
Le sfilò la maglia e la lanciò su una sedia. Angelica indossava un bellisimo reggiseno nero con inserti in pizzo che rendevano ancora più desiderabili i suoi seni.
Andiamo in camera da letto - gli sussurrò - dopo aver poggiato la mano sul suo pene che era già in erezione.
I due si spostarono nell'altra stanza. Angelica lo fece sedere sul bordo del letto e poi lo fece sdraiare. Si inginocchiò davanti a lui e dopo avergli abbassato i boxer iniziò a leccargli il pene. Gioele gemette mentre la lingua di Angelica percorreva la sua asta ripetendo il movimento dal basso verso l'alto. Poi le labbra lo avvolsero prima di affondarlo dentro la bocca ed iniziare a muoversi seguendo il ritmo dei sospiri dell'uomo. Le dita di Gioele andarono ad intrecciare i suoi capelli neri e con le mani ne accompagnava la testa in quel ritmo estasiante. Sarebbe rimasto ore a godersi il piacere che ella riusciva a donargli. Invece la fece spostare, e dopo averla presa di peso la fece sdraiare sul lettone. Dopo averle leggermente sollevato la gamba le sfilò la scarpa ed iniziò a leccarle il piede. Era delizioso. E nel mentre le accarezzava la caviglia avvolta dal lucido tessuto del leggings. Poi le sfilò l'altra scarpa ed iniziò a baciarle ed accarezzarle le gambe, percorrendole dalla caviglia verso l'alto. Quando arrivò fra le cosce iniziò ad accarezzarle il sesso e a baciarglielo, avvertendo il fatto che sotto al tessuto fosse bagnata. Angelica sospirava desiderosa del tocco di Gioele. Poi, con molta delicatezza le sfilò i pantaloni e si soffermò per un istante ad osservarla. Non indossava nulla e la vista della sua vagina completa glabra era per lui estasiante.
Angelica si voltò e si misse carponi sul letto. Gioele, rimanendo in piedi, si avvicinò e dopo averla afferrata per i fianchi iniziò a penetrarla da dietro. Entrambi gemevano di piacere, mentre il pene marmoreo di lui affondava nella sua vagina calda e bagnata con dei colpi vigorosi. Il piacere che i due si scambiavano era immenso, mentre si muovevano allo stesso ritmo e Gioele le stimolava il clitoride con una mano e con l'altra le stringeva forte i seni. Riempimi tutta! Lo esortava la donna, mentre stava per raggiungere il culmine del piacere. Le grida di Angelica si fecero più forti. Stava raggiungendo l'orgasmo. Gioele non era più in grado di trattenersi e si lasciò andare con un grido di piacere. Alcuni schizzi di sperma riempirono la donna, che era ormai in preda al piacere più sublime. Dopo essersi goduta ogni istante si spostò e dopo aver fatto sdraiare Gioele si posizionò a 69 sopra di lui e riprese a leccargli il pene. Egli fece lo stesso, percorrendo con la lingua le grandi labbra di lei e godendosi il gusto dei suoi umori misto a quello dello sperma. Un cocktail inebriante. Angelica, spostandosi da lui lo baciò con passione sulle labbra e gli sussurrò che ora avrebbero iniziato a fare sul serio.
[Segue]

Questo racconto di è stato letto 4 7 7 3 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.


racoonti eroticiracconti dominazione transporno racontierotoci raccontiraccontihotracconti erotici i generierotiraccontiracconti di ziefemdom raccontiracconti erotici mstorie di cuckracconti rtoticiporno incesti raccontiracconti porno illustratigenere racconti eroticiracconti erotici camerieraerotici raccontosuocera nudistatradimento raccontoracconti dominazione femminileracconti erotico gayracconti erotixii generi di racconti inceatostorie eroticeerotici racconti.comracconti porno annunci 69racconti erotici generistorie di adultiracconti porno cuginaracconti 69 itl uomo con due cazzistotie pornostorir pornoracconti erotocikyr raccontai racconti erotici di miluracconti erotici con il caneracconti erotici prima esperienzastorie sesso con animaliracconti gay fistingracconti erotici veri gratisla suocera raccontiracconti porno vacanzeraccontierotici.iteros raccontiracconti erotici sui piediraccnti pornoraccinti eroticiracconti ninfomaneincesto storieerotico raccontiraccontiporacconti del cazzononna racconti eroticiracc gayracconti erotici in saunaa 69 racconti eroticiracconti erotici adultiracconti hard gratisracconti erotici supposteracconti hard 69tradimento raccontostorie di masturbazione femminileracconti erotici primo pompinoracconti adultiracconti etoticiracconti porno con animaliraconto pornoracvonti pornoporno seghe al cinemaracc pornannunci 69 incestoracconti porno stuproracconti erotuciracconti di piedimamma ti sborro dentrostorie spinteracconti vergineracconti camionisti gayracconti porno matureracconti incestuosiracconti porno con immaginiracconti erotici orgiaracconti erotici mare