L’estate dell’iniziazione

Scritto da , il 2020-07-29, genere prime esperienze

Racconto di fantasia
Sembrava un’estate come tante e invece si rivelerà essere l’esperienza più travolgente è impensabile della mia vita, ma cominciamo dall’inizio. Mi chiamo Marco, sono un ragazzo di 19 anni, figlio unico, alto, moro e con un fisico non male, purtroppo non troppo fortunato dal punto di vista di esperienze sessuali, solo due occasioni con delle compagne di classe nei bagni di scuola ma che si limitavano ad essere delle sveltine. Quell’estate era cominciata nello stesso modo delle altre e già pensavo: “non vedrò una figa nemmeno quest’anno”; solita casa in Calabria , dove con mia madre e a tratti mio padre mi sarei riempito di seghe, ma tornato a casa dopo scuola mia mamma mi dà una notizia che mai mi sarei aspettato: “in Calabria verrà anche tua cugina Federica”, i miei occhi si spalancarono a pensare che avrei potuto vederla girare per casa in costume; lei che aveva un fisico molto formoso, 22 anni, alta 1,70 circa, terza abbondante, capelli e occhi scuri, ma poi aggiunse “ci sarà anche Luca “, il fidanzato, che un tempo apparteneva alla mia cerchia di amici e spesso preso in giro per le sue misure non proprio abbondanti anzi.
Arrivammo 2 giorni prima del loro arrivo e subito restammo io e mia madre, data la ripartenza per lavoro di mio padre. Sistemammo il tutto per il loro arrivo. Il giorno atteso era arrivato, arrivarono alle 10 del mattino e dopo essersi sistemati in camera Valentina decise di voler andare subito al mare, mentre Luca stanco del viaggio decise di restare a casa con mia mamma, io ovviamente non me lo feci dire due volte e accettai. In spiaggia inutile dire che tutti gli occhi erano puntati su di lei e lei consapevole di questo continuava a mettersi in mostra. Cominciammo a parlare: “ come va la scuola? E con le ragazze?” Io: “ a scuola non c’è male, con le ragazze male” subito lei: “dai che avrai la fila” io per cambiare discorso: “ tu invece. “Diciamo che con Luca non va proprio bene con il sesso, ha il cazzo piccolo”, non potevo credere alle mie orecchie, “vabbè dai sarà nella media” e lei “invece no, 12 centimetri, pure le mie dita quando mi masturbo sono più lunghe e poi non ci sa fare” continuando disse” comunque l’estate è appena cominciata vedrai che avremo le nostre soddisfazioni”, cosa avesse voluto dire lo avrei capito solo in seguito, e andammo a fare il bagno dopo che mi fu passata l’erezione che nel frattempo mi era venuta e che pensavo di essere riuscito a nascondere.
Passarono dei giorni, senza che succedesse niente di particolare, fino a quando una mattina Valentina mi propose di andare in una spiaggia nudisti che aveva trovato nelle vicinanze, era la mia occasione di mettermi in mostra ma per non dare nell’occhio dissi: “ e Luca non viene?” “Si ci sarà anche lui, così vedrà anche lui come è fatto un vero cazzo” diventava sempre di più un sogno, mia cugina che praticava cuckold con il fidanzato. Arrivammo in questo posto e subito fummo invitati a spogliarci dei nostri costumi.
La prima a farlo fu Valentina ed io rimasi a bocca aperta nel vedere quelle tette , perfette, non grandissime ma che stavano su perfettamente , poi diedi un occhio anche al cazzo di luca ed era veramente piccolo, confermando le voci che già giravano, mancavo solo io e Valentina prontamente per colpire il suo fidanzato subito disse: “ dai di che ti preoccupi non potrà mai essere più piccolo di questo indicandolo”(che da moscio era si e no 4-5 centimetri). Mi feci coraggio e tirai giù il costume, la faccia di Valentina fu sorpresa, poi aggiunse : “e ti vergognavi pure, hai un cazzo enorme”, anche Luca resto sorpreso nel vedere un cazzo moscio della grandezza di una lattina. Ci sistemammo in spiaggia e Valentina cominciò a stuzzicarmi : “Marco mettimi un po’ di crema sulle spalle” , io non me lo feci dire due volte e cominciai a spalmare la crema sulle spalle lentamente con movimenti circolari, restando inizialmente lontano dal culo e dai fianchi per vedere la sua reazione, che non tardò ad arrivare “ e sul culo e in mezzo alle gambe si mette da sola?” Avevo il cazzo in tiro, nascosto da un telo per non dare nell’occhio fino a che Valentina non lo sfilò. “Ti faccio questo effetto?” cominciando a toccare le palle “sono belle piene, da quanto non le svuoti?” Ero bloccato, non sapevo cosa fare avendo accanto a me anche il suo fidanzato e ancora una volta prese lei l’iniziativa “andiamo in acqua a fare un bel bagno facendomi l’occhiolino”
In acqua cominciò a segarmi, mentre il fidanzato guardava, poi lo costrinse a continuare al suo posto mentre lei mi prendeva la mano e la portava sulla sua figa e mi invitava a farla divertire. Cominciai con due dita, era già larga la figa della mia cuginetta, poi tre, quattro e infine inserii tutta la mano; cominciò a gemere invitandomi a continuare sempre più veloce, nel frattempo a Luca ordinò di uscire dall’acqua, (mia cugina era una dominatrice e Luca era il suo schiavo), mi fermò la mano e disse “ora voglio il tuo cazzo”, uscimmo dall’acqua e ci dirigemmo in bagno, li presi la situazione in mano, la misi a pecorina e cominciai a sfondarla, le urla di piacere si sentivano fin là fuori, poi decisi di voler vedere la sua faccia mentre gemeva per cui la presi in braccio e continuai fino a che lei non contenta e soddisfatta disse “questo lo voglio nel culo” ,la girai nuovamente e cominciai prima con un dito, aveva il buco stretto (la puttana aveva il culo vergine), poi due con sputo lubrificante , e infine appoggiai il cazzo, 22 cm di cazzo pulsante pronto a sverginarlo, lei fece per fermarmi ma era tardi in un solo colpo lo feci entrare e lei gridò, fu un misto di dolore e piacere, dopo appena tre colpi “continua, più forte, vienimi dentro” dopo altri due colpe ormai sfinito arrivai nel suo culo. Uscendo ci accorgemmo che fuori dal bagno c’erano due ragazze che avevano ascoltato tutto, ma questa è un’altra storia.

Questo racconto di è stato letto 1 8 8 5 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.


storielle eroticheracconti d'incestoracconti erotici camerieraracconti sorellinaracconti incestorge estremeracconto lesbichemi sono fatta inculareracconti adultiincesti in casastorie porno vereracconto sesso a trenonno incula nipote gayporno racconti 69storie pornraccontivietatigeniv forum raccontiracconti erotici onlinestorue porno69 eroticoracconti strip pokerrocconti eroticieros raccontiracconti sesso con animalisissy maid storieracconti hard 69racconti erotici mrscconti pornomi ha pisciato in boccacagami in boccatacconti gayincesto con mia ziaracconti gay pelosiracconti eroriciracconti erotici caneporno racontiracconti porno a trestorie di cuckracconti bdsm gayerotici racconti realigeneri racconti eroticiracconti di prime esperienze sessualiracconti erotici sesso analeracconti erotciraccontii eroticiannunci69 .itraccontti eroticiracconti porno pretiracconti erotici padre figliaracconti erotici incestiracconti erotici.comcrossdresser romacconti pornomia moglie è una zoccolaracconti erotici con zieracconti erotici ziostrorie pornoclisteri eroticimi piace mia cognataracconti erotticiracconti erotici in classeracconi pornocornuto raccontistorie di sessoracconti incestorie di feticismostorie suoceramariti cornuti bisexracconti porno amatorialezia porcellinafilm scambio di mogliracconti erotici generisiti di incestiracconti erotuciracconti gay veriquella porca di mia ziawww.eroticiracconti.itracconti xxracconti marito bisexraccontineroticisexo con animaliracconti di guzzonstorie di feticismoracconti eros gratis