La mamma balla il tango

Scritto da , il 2020-07-26, genere incesti

Stefania era appena rientrata in casa dalla palestra. Fabrizio, suo figlio, era seduto a torso nudo sul divano con la testa china sul cellulare e notò che sembrava particolarmente euforica. Dop aver poggiato per terra il borsone le si parò davanti sventolando un volantino.

"Guarda Fabrizio, in palestra organizzano un corso di tango, la prima lezione di prova è gratis"

"Bene, hai intenzione di andarci?"

"Certo, ma... è solo per coppie e mi servirebbe un partner..."

"Ah, e con chi pensi di andarci?"

"Secondo te? Ma con te! Ovvio, non saprei a chi altro chiederlo!"

Sulle prime Fabrizio la guardò sconcertato, il tango? Non sapeva neanche cosa fosse, lui acoltava solo trap. Poi osservò la madre, ancora in completo yoga che le accentuava le splendide forme, quante volte avrebbe voluto abbracciare quel corpo, quante volte aveva sognato di toccarla, baciarla, e dopo tutto, questa del tango, qualunque cosa fosse, era veramente una ghiotta occasione. Sul volantino c'era l'immagine di un uomo e una donna avvinghiati, con l'uomo che stringeva la donna a sé mettendole una mano dietro la schiena, mentre con l'altra teneva la mano della donna.

"E va bene mamma"

"O tesoro, grazie, è tanto che volevo imparare a ballare il tango!" L'abbracciò e gli stampò un bacio sulla fronte. "Ora vado a farmi una doccia."

L'abbraccio della madre, con il grosso seno che si era compresso sul suo petto aveva provocato un'incredibile erezione.

Sotto la doccia Stefania sentiva un particolare calore, si rese conto che era eccitata e si stava toccando, da quanto tempo non aveva abbracciato un uomo a petto nudo, certo che Fabrizio aveva messo su un bel corpo con tutti quei muscoli... cercò di scacciare subito il pensiero, è mio figlio... ma cosa mi salta in mente...

Sul volantino non c'era scritto come vestirsi per la prima lezione di prova, quindi Stefania e Fabrizio si presentarono in abiti da palestra, lei con body yoga attillato e lui con pantaloni della tuta e canotta, ai piedi di entrembi normali scarpe da ginnastica. Più o meno tutte le altre coppie avevano avuto la stessa idea. La lezione era tenita da un certo argentino di nome Carlos che con il suo buffo accento come introduzione spiegò un po' la storia del tango poi, coadiuvato da una partner mostrò le prime posizioni invitando le coppie a imitarlo.

A Fabrizio il tango sembrava una musica triste, ma non gli dispiaceva, e soprattutto era eccitatissimo stringendo a sé la madre.

Stefania era felice perché finalmente si stava togliendo lo sfizio di imparare a ballare il tango e anche perché stava facendo una cosa insieme a suo figlio, ma d'altro canto era combattuta, sentiva il pene turgido del figlio che gli premeva proprio sulla vagina eccitata, si odiava perché quella sensazione gli piaceva da impazzire, ma cercava di scacciarla, e poi quella mano dietro la schiena... scendeva giù per accarezzarle il sedere... oddio, Fabrizio mi sta davvero toccando il culo...

"Com'è bello ballare con te mamma" le sussurrò Fabrizio all'orecchio

Avrebbe voluto rispondegli di togliere la mano dal culo, avrebbe dovuto farlo, ma invece gli diede un bacio sulla guancia e gli si strinse forte per sentire la verga dura che strusciava sul suo sesso.

In macchina non dissero una parola, rientrati a casa Stefania si fece una doccia rapida cercando di scacciare ogni pensiero impudico, si sforzò di non toccarsi ed entrò in camera sua. Si sdraiò nuda sul letto, era difficile, anzi impossibile scacciare la sensazione di piacere che aveva provato nel sentire la verga dura di Fabrizio strusciare sulla sua fica mentre provavano i passi di danza. E del restola sua fica non mentiva, era umida, e aveva i capezzoli turgidi, ma sì, pensò, è che è da tanto che non faccio sesso, è solo questo... allargò le gambe e cominciò a toccarsi. Con la mano destra si titillava il clitoride mentre con la sinistra si stringeva i capezzoli, emetteva gemiti di piacere, si infilò due dita nella fica e continuava ad ansimare. D'un tratto si accorse che aveva lasciato la porta socchiusa e vide che sullo stipide c'era Fabrizio nudo che si stava masturbando.

"Fabrizio, entra" disse, "vieni a sdraiarti qui accanto a me" Non sapeva da dove le fossero uscite quelle parole, forse era stato l'inconscio a parlare, ma certamente era quello che desiderava.

Fabrizio si sdraiò accanto a lei e continuò a masturbarsi, mentre Stefania si toccava... "Ti sei fatto proprio un bel ragazzo disse..." tolse la mano dalla fica per toccare i muscoli pettorali del figlio, Fabrizio prese la mano della madre e la poggiò sul suo membro turgido. Era una sensazione bellisima per Stefania sentire nella mano il pene eretto del figlio, sapeva che non avrebbe dovuto farlo, ma cominciò a segarlo... lo tocco solo un po', pensò... ma l'eccitazione dovuta ad anni di astinenza ebbe la meglio... al diavolo! pensò. Salì sul corpo del figlio in posizione 69 con le ginocchia ai suoi fianchi e prese in bocca il cazzo duro di Fabrizio. Affondava con la bocca lentamente e gli accarezzava lo scroto, con la lingua leccava la cappella, e le piaceva da matti...

Fabrizio, non era stato in grado di fermare la sua eccitazione, nudo e con il pene eretto aveva deciso di recarsi in camera della madre per confessargli che lei gli provocava quello stato, non aveva idea di come avrebbe reagito, semplicemente glielo avrebbe detto, aveva sentito come la madre aveva reagito alle sue erezioni durante la lezione di tango, non pensava di farci sesso, era la madre, l'avrebbe certamente rimandato in camera magari con una parolina dolce, o forse arrabbiata chissà, ma doveva recarsi in camera sua non poteva continuare in quelle condizioni.

Nel vederla sdraiata mentre si toccava in quel modo sensuale non resistette e cominciò a masturbarsi mentre la guardava... accolse l'invito a sdraiarsi accanto a lei con gioia.

Nella posizione 69 da sotto si trovò la fica della madre davanti la bocca, scoppiava di piacere per come lo stava spompinando, afferrò le chiappe sode con entrambe le mani, ci si aggrappò e cominciò a leccarle la fica che già era umida di umore. Gli piaceva tantissimo il sapore di quella fica, la fica della madre.

Stefania sentiva la lingua vorticosa del figlio che la penetrava, pensò che non era giusto ciò che stava facendo, che avrebbe dovuto smetterla, che era ancora in tempo... ma non ascoltò quella vocina interna. Si alzò e si girò, prese il pene del figlio e se lo infilò della fica. Lo cavalcava selvaggiamente, con le tette che rimbalzavano davanti la faccia di Fabrizio che la teneva per i fianchi. La mamma urlava di piacere, Fabrizio non riusciva più a contenersi, non era lui a condurre. Vennero insieme e Fabrizio riempì di sborra la fica della madre.

Dormirono accoccolati e da quel giorni Fabrizio divenne l'amante segreto di sua madre.

Questo racconto di è stato letto 1 1 3 3 2 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.


libri erotici comicistorie travestitimamma mi racconti la tua storiaracconi pornoracconti eroticiincestoraccolta racconti eroticiracconti mamma figlioannunci69raccontiracconti reoticieacconti eroticiracconti vergineporno confessionimia zia porcaracconti eroticjracconti eroticavisita medica eroticaracconti erotici travestitierotici raccontoracconti eoriticieriticiraccontistprie pornoracconti puttaneracconti pronostorie sessoraconti picantiracconti incesto eroticimia nipote mi fa una segaracconti di coppie con transstorie spintedonne che fanno sesso con cavallostorie hot gratisracconti erotici animalracconti oornoracconti erotici prima volta gayracconti sex gratisdominazione raccontiraconti erotici incestoracconti erotici d'autorer acconti eroticiscambio di coppiecuck storieracconti erotici di zoofiliastorie hard gratismia moglie esibizionista al mareracconti erotici sorellaracconti veri sexstorie feticismorqcconti eroticiracconti erotici vedovaracconti di mamme incestuosesuocera eroticaracconti pororacconti erotuciscopare con cavallosissy maid raccontiracconti eroticracconti piedi femminiliracconti scambio moglieracconti dilatazione analeraccontia69racconti porniracconti adultiraccontii eroticiracconti erotici incintaracconti traveroticaraccontiracconti bisex gayracconti:eroticiracconti sesso scuolaracconti nudismoracontimiluorge raccontiracconti erotici allattamentowww.eroticiracconti.itracconti incentuosiincesto69la porcellona