Lezione on line

Scritto da , il 2020-07-26, genere etero

E’ mattina. La giornata è calda ed afosa. Mi metto una camicia leggera, la minigonna e sandali con tacco alto. Per comodità non metto il reggiseno. Sto per uscire di casa, per andare a fare il lavoro di supervisore delle filiali, quando sento squillare il cellulare.
“Pronto, chi parla?”
“Ciao, Esmeralda. Sono il presidente dell’azienda. Hai poi deciso se fare, oppure no, la presidentessa della nostra squadra di calcio?”
“Stasera ne parlerò con mio marito e poi le farò sapere.”
“Ti ho chiamato anche per un altra cosa. Questa mattina non andrai a ispezionare le filiali, perché devi fare una lezione on line ad un dipendente nuovo appena assunto. Ho scelto te per questo incarico perché sei brava, anche, a formare il personale. Questo e’ l’indirizzo internet della piattaforma on line. All’ora x entrerai nella piattaforma e gli insegnerai i fondamenti della nostra azienda. Buon lavoro.”
Terminata la conversazione telefonica, accendo il mio computer e aspetto, pazientemente, fino all’ ora prestabilita. Quando arriva l’ora x, mi collego alla piattaforma. Sullo schermo, appare la faccia di un uomo, di mezza età, magro, con capelli biondi e occhi neri.
“Buongiorno. Oggi, sarò la sua insegnante. Le descriverò brevemente l’azienda e i fondamenti su cui si basa. Poi, le farò alcune domande per verificare il suo apprendimento.”
“D’accordo. Inizi pure.”
Inizio a spiegargli il funzionamento dell’azienda ma, ben presto, mi accorgo che l’uomo non mi ascolta. E’ più interessato a guardare la mia camicetta. Abbasso lo sguardo e vedo che, sotto la mia camicia leggera, sono ben visibili i miei seni e i miei capezzoli. Per verificare la sua capacità di attenzione, provo a metterlo alla prova. Mentre gli parlo, apro i bottoni della mia camicetta. Lui inizia ad ansimare. Appena mi tolgo la camicetta, i miei seni turgidi sporgono, in avanti, fin quasi a toccare lo schermo del mio computer. Lui preme, prima, le sue dita e, poi, le sue labbra, sullo schermo del suo computer. Io mi metto a ridere e continuo a spiegare. Ad un certo momento, mi alzo dalla sedia e infilo la mia mano in mezzo alle mie cosce. Dall’ altra parte dello schermo, lui fischia e mi incita a masturbarmi sempre di più. Lo accontento. Mentre descrivo i principi aziendali, abbasso la mia mutandina e accarezzo le mie piccole labbra. Ho brividi di eccitazione che diventano più intensi quando strofino, con le dita, il mio clitoride. Mentre mi masturbo, lui bacia ripetutamente lo schermo del suo computer. Quando arrivo alla conclusione del mio discorso, mi rimetto la camicetta e vado a sedermi davanti al mio computer. Subito dopo, gli faccio alcune domande per verificare se lui ha capito le mie spiegazioni. Sorprendentemente, lui risponde esattamente a tutte le mie domande. Decido di fargli un piccolo regalo. Prima di premere il pulsante di chiusura collegamento internet, allargo le mie gambe e, per pochi secondi, gli faccio vedere le mie parti intime. Subito dopo chiudo le mie gambe e mi disconetto. Mentre sto per andare in bagno, sento la suoneria del mio cellulare. Mi è arrivato un sms. Vado a vedere di cosa si tratta.
“Cara insegnante. Grazie a lei ho imparato molte cose e sicuramente farò un buon lavoro in azienda. Lei è una bellissima donna. Posso invitarla questa sera a casa mia?”
“No” è la mia risposta. Spengo il cellulare ed entro in bagno.
A tarda sera, rientra a casa mio marito.
“Va bene. Per me, non ci sono problemi. Puoi fare benissimo la presidentessa della squadra di calcio. Però io verrò con te, nel caso avessi bisogno di un aiuto o di un consiglio.”
Bacio ripetutamente mio marito sulle labbra. Mio marito mi prende in braccio e mi porta in camera da letto. Subito dopo facciamo l’amore. Io infilo la mia lingua nella bocca di mio marito e lui infila il suo pene dentro la mia vagina. Mio marito affonda il suo membro dentro la mia vagina e io grido per la gioia e l’eccitazione. Le mie secrezioni bagnano completamente il pene di mio marito. Poi mi metto a pecorina e lui mi penetra ripetutamente dentro l’ano. Ho un forte orgasmo che mi fa tremare tutta. Poi, viene anche mio marito e sento il suo sperma scorrere dentro di me. Rimaniamo abbracciati a letto per tutto il giorno. La mattina seguente telefono al presidente e gli dico che accetto la sua proposta. Farò la presidentessa della sua squadra di calcio, a condizione che mio marito sia il dirigente sportivo della squadra e la mia guardia del corpo. Il presidente accetta e mi dà le istruzioni per raggiungere il paese in cui si trova la squadra di calcio. Nel pomeriggio, io e mio marito facciamo le valigie e partiamo verso la nostra nuova destinazione.

Questo racconto di è stato letto 4 2 2 0 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.


raccontiporracconti storie erotichesensualissima passionewww.raccontimilu.comstorie di feticismostoria di incestoracconti porno videoracconti porno incintaracconti picantizia racconti eroticiracconti di suocere troieracconti erotici zoofiliracconti erotici viaggiovere storie di sessoracconti porno violenzaho chiavato mia madreracconti erotici sui piediracconti di rapporti sessualiracconti gay annunci 69raccontu eroticiracconti di coppie bisexracconti erooticiracconti prime esperienze sessualifumetti erotici incestoracconti erotici vecchiaracconti erotici mia cognataraccondi eroticiracconti potnoracconti trasgressioniracconti nonna nipotecugina raccontistorie di sesso con la suoceraerositalia raccontirecconti eroticiracconti eoriciracconti erotici tra fratelliracconti erotichesesso donna con animaleracconti adultiwww racconti cuckoldracconti porno con animalistoriepornoracconti feticismo piedizia vergineracconti analiertici raccontiracconti erotici genereracconti erotici doppia penetrazionestorie sesso gratisracconti cuklodstorie pononna e nipote incestoraccontieroticsesso porno raccontisesso hard con animaliraccnti pornoracconti gay sadomasoracconti erotici incestuosiracconti di ragazze sverginateracconti porno eccitantiracconti69racconti mogli troieracconti erotici spogliatoioeroticiracconti gratisracconti erotici cornutir acconti eroticiracconti porno scatzia porcellonaracconti incesti madre figlioracconti erotici nonniracc hardracconti molto eroticiracconti incesto madrestorie pornpracxonti eroticiracconti erotici generiracconti erotici erotici raccontiscambio di coppieerotici racccornuto in vacanzaracconti/eroticiracconti erotici prime volteracconti dominazione miluracconti di storie di sessoerotici raccracconti senza mutandealba erotica