Come un hentai-Fine

Scritto da , il 2020-06-29, genere pulp

III
Un pompino come si deve. La bocca scivola perfettamente sul cazzo rigido di Toshio, movimenti lenti e studiati. Lui, occhi chiusi, mugugna quasi in estasi. Procedo così per alcuni minuti, senza che lui emetta alcun suono, al di fuori dei suoi mugugni. Devo distrarlo dalla brutta esperienza che ha patito nel giorno appena passato.
Tolgo la bocca e, veloce, m’impalo sopra di lui. Incomincio a muovermi, a dimenare i fianchi. E’ così bello sentirselo dentro. Lui mi afferra per i fianchi e accompagni i miei movimenti frenetici.
Poi, liberatoria, la sua venuta, quasi un’esplosione. E io mi lascio cadere accanto a lui, abbracciandolo “Come stai?”
“Ora meglio” risponde lui. Rimaniamo in silenzio per un po’. Poi, è lui che rompe il ghiaccio “Insomma, cosa è successo veramente là?”
Sospiro. “Quelle persone volevano farmi del male”
“Questo l’ho visto… Ma è loro che si sono fatti male”
“Com’è potuto accadere? Perché ce l’avevano con te? E, soprattutto, perché non hai più nemmeno un graffio? O sul fatto che, ogni volta che scopiamo, la tua fica sembra sempre vergine?”
Sospiro. Difficile da raccontare ad un amico come Toshio che, il mio corpo, non è come quello di un semplice essere umano.
Ripenso all’attimo in cui, quel bastardo di un torturatore ha avvicinato quell’anguilla alla mia fica. Ho attivato il mio protocollo di sicurezza e…
“Sono una chimera” dico in un soffio
“Come la creatura mitologica?”
“Qualche anno fa ho avuto un incidente piuttosto grave. Ero con mio zio sul sedile del passeggero e.. l’attimo prima eravamo lì a cantare le canzoni del momento e, l’istante dopo..SBAMM! un camion che perde il controllo e ci centra in pieno.
Mi sono risvegliata in ospedale bendata e piena di cannule che si infilavano in ogni luogo. Un dottore mi disse che avevo la spina dorsale spezzata e diverse fratture in tutto il corpo. Più qualche organo collassato. Mio zio non ce l’ha fatta”
“Mi spiace.. MA, hai recuperato bene..”
“Questo perché, ricevetti la vista di un dottore particolare che mi fece una proposta per guarirmi. Vedi, io ero condannata a rimanere paralizzata per il resto della mia vita. A 18 anni, rimanere imprigionata nel proprio corpo, non è una condanna accettabile. Questo professore, venne da me e mi propose un’operazione all’avanguardia, ancora in fase sperimentale. Si potrebbe definire da fantascienza”
“Sei un robot?”
“No” sorrido “Potrei definirmi un essere umano potenziato. Loro chiamano quelli come me, bio cyborg, o chimere. Sono un essere umano, con una spina dorsale ricostruita grazie all’opera di naniti. Sono piccole macchine, che circolano libere nel mio organismo e che, mantengono sano il mio corpo in perpetua continuazione. Ogni volta che vengo ferita, loro entrano in azione e ripararono il mio corpo. Per questo le mie ferite sono scomparse così in fretta. Ed è per questo che sono sempre vergine”
“Uh wow!”
“Ho una forza potenziata. Sono in grado nascondere degli oggetti lunghi fino a venti centimetri all’interno del mio corpo. Posso crearmi delle placche metalliche sul corpo, simile ad un’armatura. Posso rendere la mia pelle più resistente ai tagli o ai proiettili. E, in più, ho delle piccole armi nascoste nel mio corpo. Ti ho detto che, quel dottor che mi trasformò, è un patito di Hentai” mi tocco i capezzoli, l’ombelico e la fica “Ci ha messo delle armi laser. Ho anche delle punte d’acciaio che posso far fuoriuscire dalla mia piccola fica. Tranquillo, non corri rischi di uscite involontarie” mi affretto a spiegare vedendo la sua faccia preoccupata”Potrei essere definita un bio cyborg”
Lui, una O prolungata della sua bocca, come un piccolo bambolotto gonfiabile “Spari le tette come Venus?”
“No”
“Laser dagli occhi?”
“No”
“Magli perforanti”
“Non sono un robot”
“Hai detto che sei come quei personaggi hentai..” si alza in piedi “Quindi.. Hai detto che hai delle armi nascoste addosso..”
Mi alzo a mia volta “Ok. Resta di stucco, è un barba trucco” indico le mie tette che prendono ad ingrossarsi, da misura tre a misura 4
“Urkalamiseriaputtana” e,come previsto, si avventa a piene mani sulle grosse tette “Uh, morbidissime. Lo sento eccitato”
“Ti prego, rimani così. Ho voglia di scoparti”

Ancora una volta, l’orgasmo arriva con l’impeto di un fiume in piena.
Lesta mi chino verso il suo cazzo e prendo a leccarglielo avidamente. Lui, in estasi, si lascia succhiare tranquillamente.
“Quindi, come abbiamo fatto a scappare da là?” chiede lui dopo un po’
“Ho disattivato i miei protocolli di sicurezza” mi stringo nelle spalle “Quando il torturatore ha avvicinato l’anguilla modificata, ho attivato il pussy stinger e ho trafitto la bestia e la mano del torturatore”
“Pussy stinger?”
Rido “Nella realtà si chiama St 777. Ma è più simpatico con Pussy Stinger”
“Quindi, hai colpito la mano del torturatore e ucciso l’anguilla. E poi?”
“E poi…”

E poi contraggo i muscoli, aumento la mia forza, le catene scricchiolano e si spezzano. I sequestratori ancora fuori fase sul cosa sia accaduto al torturatore e all’anguila. L’uomo con la maschera che urla “E’ una chimera! Vale milioni!” Ecco cos’era:un test. Mi volevano testare per poi vendermi al miglior offerente. Non come puttana a pagamento ma come arma non convenzionale. Col cazzo!
E i miei naniti interni che modificano il mio corpo e le cinghie che mi tengono bloccate si sfilano senza problemi.
E gli uomini armati di spranghe di ferro che si avventano contro.
E io che penso: Ma devo usare le mie armi hentai per stendere questi tre idioti?

“Quindi, li ha stesi a colpi di karate?” chiede Toshio
“Karate, Ju jitzu, Krav Maga. Li ho lasciati a terra con le ossa rotte. Poi sono venuto a liberarti ed eccoci qui”
“Ma l’uomo con la maschera è scappato”
“Non per molto” sorrido
“Sai chi è?”
Sì che lo so. Gli ho lasciato un regalino addosso mentre scappava.

Lo trovo in un bistrot nel quartiere di chinatown. Si sta facendo fare un doppio pompino da due escort cinesi, una bionda e una mora. Carine, piccole come bambole, tette un po’ piccole ma adatte allo scopo.
Sono armata con una piccola 22 che tenevo nascosta dentro di me. Il vantaggio di un corpo hentai.
Le ragazze mi vedono, cacciano un gridolino e scappano via. L’uomo con la maschera, ora senza, rimane lì, quasi sorpreso, il cazzo ancora umido delle due escort “Stavi meglio con la maschera”
Lui, per nulla turbato, sorride “Non pensavo mi trovassi così presto”
“Non è stato difficile. Sai, il vantaggio di essere una Chimera” mi tocco con l’indice l’orecchio sinistro “Ho un impianto sonico che mi permette di sentire voci e suoni distanti fino a un chilometro. Oltre a differenziare i tipi di suono. E a comparare le voci. Quindi, uomo con la maschera, o Agente 1?”
Ha la faccia di un trentenne, capelli castani, ricci, barbetta incolta sparsa sulla faccia e due occhi grigi come lame di un coltello “La mia domanda è: Ikaru come c’entra?”
“Ikaru non c’entra con il secondo sequestro. Per lui era un test. Come un altro. Non sa che Maschera nera e Agente 1 sono la stessa persona”
“Quindi, ha reclutato inconsapevolmente te, per testare me ancora? Ma tu volevi testarmi e vendermi al migliore offerente?”
“L’idea era quella, sì” ammette
“Cina, Corea, Arabia?”
“Chiunque facesse la maggior offerta. C’era un magnate russo che voleva offrire 20 milioni”
“Venti milioni? Uh, quasi quasi ci faccio un pensierino” sorrido “Adesso, senti che facciamo: chiami Ikaru e ti licenzi. Poi sparisci e non ti fai più vedere”
“E cosa dico ad Ikaru?Sul perché me ne vado?”
“Gli dici che sei un agente doppiogiochista del cazzo e che volevi vendermi ad un maneggiane russo. Ma io ti ho scoperto e ti ho fatto il culo a strisce”
“E se non lo faccio?”
“Il proprietario di questo bistrot mi deve più di un favore. Sarà ben lieto di farti sparire dalla faccia della terra” sorrido “Quale opzione scegli?”
Lui sorride a sua volta “Sei una dannata vipera, lo sai?”
“Sono molto di più, agente 1” mi allontano, senza mai dargli le spalle
E’ un azzardo lasciarlo vivere. Ma, se è abbastanza stupido per tornare.. beh, troverà di che pentirsene..

La faccia di Toshio sprofondata tra le mie gambe. Ci si mette d’impegno, la lingua come quella di un rettile che scivola in profondità.
Sono passati tre giorni da quando Agente numero 1 ha dato le sue dimissioni come Agente 1 ed è sparito nel nulla.
Ikaru è passato da me, questa volta alla luce del sole e non nascosto nella penombra di casa mia. Non l’ho ancora perdonato per quel sequestro test dove mi ha fatto violentare come una troia in calore. “Sei pronta per scendere in campo” mi ha detto
Io l’ho mandato a fanculo
E con Toshio, più tardi, il meritato riposo di quella vicenda che mi ha lasciato solo delusione addosso. E disgusto.
Afferro Toshio per la testa e mi impalo su di lui. Lo faccio scivolare dentro, le unghie che si conficcano nelle spalle. Lui emette un mugugno, ma stringe i denti e sopporta il dolore, concentrandosi sul piacere. Incomincio a muovere i fianchi, a sfregare la mia fica sulla sua erezione. Mi muovo su di lui frenetica, come se stessi usando il palo della cuccagna. Lui, le mani sui fianchi, le dita affondate nella pelle, che sembra imprimere più forza alle mie discese.
E poi, liberatorio, l’orgasmo…

“Non ne ho mai abbastanza” mormora lui con un sorriso beato
“Meglio così” dico io baciandolo
“E’ finita?”
“Ti riferisci ai sequestri e le torture?”
“Sì. Sai,non vorrei essere rapito un’altra volta da qualche maniaco pervertito e, ritrovarmi nudo e legato dentro uno stanzino pieno di paglia”
“No. Niente più scocciature. Almeno spero”
“Ecco, potevi evitare di dirlo”

Suona il cellulare. Una voce nota chiede “Ho una missione per te”
“Te la puoi scordare”
“50 mila come anticipo e altri 50 mila a missione finita”
Accidenti. Mi ha preso per la gola
“Dove, quando e chi?”

…e la storia finisce bruscamente qui..


Questo racconto di è stato letto 6 7 1 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.

Online porn video at mobile phone


moglie troia storiemarito e moglie bisexannunci racconti 69seghe al cinema pornoracconti zoofiliertici raccontiracconti ertici 69maurizio maurizio che non diventi un viziocameriera eroticaraccconti eroticinonna troia raccontiracconti di ragazzi gayraccontineroticiraccomti di miluracconti.eroticiracconti erotici i generifetish storieerotici racconti 69l uomo con due cazziracconti erotci gayfarfallina racconti eroticiracconti porno donnericatto analeracconti erotic iracconti porno annunci 69mia zia porcapiccole trasgressioni raccontiracconti xxracconti miluùporno racontistorie porno con immaginicornuto feliceracconti eroticjrcconti eroticiletture eccitantiracconti porno gratisracc inceravconti pornoerotici raccracconti potnostorie feticismo piedimilf storiei generi dei raccontistorie vere erotichestorie di sesso vererac erotracconti erotici teenracconti eroti cii racconti di guzzondonne che fanno amore con animaliracconti mariti cornutitradimenti eroticiracconti erotici in palestrastorie di incestiracconti zie troiesi fa inculare dal cavallostorie di pornostarracconti mogli che tradisconoracconti porno nuoviesperienza eroticaracconti porno fantasieerotici racconti i generiracconti stupro gaystorie di pornostarraccontieriticivideo racconti porno gratispiedi di mia ziaincesti familiarierotici racconti.itracconti porno+racconti erotici pissingracconti gay 69cuckold sottomessiracconti erotici esibizionistaincesto nonna nipoteracconti erotici.itimcestoracconti di sesso gratisragazza si fa montare da un caneracconti erotiicstori porno