Giocasta

Scritto da , il 2020-05-19, genere incesti

Per mesi hai detto a tuo figlio che i suoi sentimenti erano inappropriati.
Ti ha raccontato dei sogni che ha su di te, Ti ha raccontato di come si masturba ogni notte pensando a te.
L'hai sorpreso a spiarti mentre ti spogliavi nella tua camera da letto, non hai certo incoraggiato le sue fantasie, in effetti, hai fatto tutto il possibile per scoraggiarlo, ma era insistente.
Un giorno mentre toglievi il bucato, hai notato che aveva lasciato aperto il suo laptop, e non sei stata sorpreso di vedere che l'intero blog riguardava l'incesto tra mamma/figlio, ma sei stata sorpresa dalla tua reazione.
Mentre scorrevi il suo blog e leggevi le didascalie e le storie, ti sei ritrovata ad essere curiosa e persino eccitata.
Ma come? Lui è tuo figlio. Come hai potuto solo pensarlo?
Poi ti imbatti in una foto del cazzo di tuo figlio e ti sorprende, è enorme, decisamente più grosso di qualsiasi altro cazzo tu abbia mai preso.
Prima ancora di renderti conto di ciò che stai facendo, la tua mano arriva tra le gambe, e inizi a strofinare la tua figa attraverso i pantaloncini e le mutandine. Proprio allora sei sorpresa dalla voce di tuo figlio. "Mamma?"
Completamente imbarazzata, ti alzi, afferri il cesto della biancheria, passi accanto a tuo figlio e vai nella tua camera da letto. Ti segue ma tu chiudi la porta prima che arrivi.
Cosa ha visto? Forse non ha capito cosa stavi facendo, che ti stavi toccando mentre guardavi una foto del grosso cazzo del tuo ragazzo.
"Mamma, cosa c'è che non va?"
"Oh, niente tesoro, stavo solo mettendo via il bucato, vado a farmi una doccia prima di iniziare a cucinare la cena.
Mentre entri nella doccia ti chiedi a cosa stavi pensando, Lui è tuo figlio, l'hai portato dentro l'utero per 40 settimane, si è nutrito dal tuo seno fino all'età di 18 mesi, è la carne della tua carne. Meglio toglierti quei pensieri dalla mente.
L'acqua fredda che lasci scorrere sul tuo corpo non basta a raffreddare il fuoco che divampa tra le tue gambe, la tua mente corre sempre a quella foto, a quel cazzo enorme e a tuo figlio, la tua mano inconsciamente si sofferma sulla tua fica, ti accarezzi ad occhi chiusi, due dita scavano tra le tue labbra, entrano in profondità, ma non bastano a riempirti, dirigi il getto della doccetta proprio al centro della fica, ma l'acqua non allevia il tuo fuoco, anzi accentua la sensazione che ti vibra nella carne, non sai cosa fare per calmare il tuo desiderio, prendi dalla mensolina la prima confezione che assomigli ad un cazzo, la infili tra le tue gambe pensando a quel cazzo che si trova a pochi metri da te, sarebbe cosi facile... l'orgasmo ti coglie improvviso come un'onda ti travolge, le gambe si afflosciano e senti i tuoi umori scivolare sulle cosce insieme all'acqua che continua a scorrere.
Quella sera non riesci a guardare tuo figlio negli occhi, cenate in silenzio in compagnia dei vostri pensieri. Tu sai benissimo che ti ha vista, e Lui è abbastanza grande e smaliziato da capire cosa ha visto.
Ma la paura impedisce ad entrambi di fare il primo passo, dopo cena andate ognuno nella sua stanza, ma il sonno non arriva, non può arrivare, i pensieri volteggiano nella stanza rendendo l'aria pesante e densa.
Senti la porta della doccia che si apre.
"Mamma. Ti ho visto. Ti stavi toccando mentre guardavi la mia foto del mio cazzo. Mi vuoi? Puoi avermi, mamma."
Tuo figlio è completamente nudo di fronte a Te, non sai cosa dire, non riesci nemmeno a protestare mentre entra nella doccia.Mille pensieri che ti attraversano la mente.
Spinge il suo corpo contro il tuo e ti abbraccia, puoi sentire il suo cazzo tra le cosce, è molto duro, cerca di baciarti.
Giri la testa dall'altra parte, questo non può succedere, senti le sue labbra sul tuo orecchio.
"Ti voglio scopare, mamma. Non puoi negarmelo, so che anche tu lo vuoi. Il mio cazzo deve essere dentro di te. Ho bisogno di te."
Ti afferra il viso con le mani e cerca le tue labbra per assaggiare il tuo sapore, il suo grosso cazzo scivola nella tua figa bagnata, un gemito sfugge dalle vostre labbra. Tuo figlio ti sta fottendo, il cazzo del tuo ragazzo sta invadendo la tua figa di mamma.
Riesci a pensare solo a quanto sia sbagliato, ma non puoi negare quello che sta accadendo al tuo corpo. Sta rispondendo al suo tocco e il sapere che è sbagliato ti fa desiderare ancora di più di essere posseduta. Non hai mai provato questo tipo di tormento, lentamente la tua resistenza cede e inizi ad accettare ciò che sta accadendo. I tuoi lamenti sono afrodisiaci per tuo figlio, le sue spinte diventano più dure e profonde mentre i succhi della tua figa coprono il suo cazzo.
"Ho aspettato così tanto tempo, mamma, voglio sentire il mio sperma che lascia il mio corpo ed entrare nel tuo. Sei così stretta, è come se stessi strangolando il mio cazzo con la tua figa. Ti spruzzerò il mio seme e poi ti porterò a letto e ti fotterò nel modo in cui una donna merita di essere scopata. "
Queste parole hanno rotto ogni tabù, ogni difesa, il tuo corpo ha iniziato a tremare, hai perso il senso della realtà mentre venivi sopraffatta dall'orgasmo più intenso della tua vita.
Ti svegli con la gola secca e la fica bagnata, è stato un sogno, un desiderio represso a forza dalla tua mente a cui il tuo corpo si ribella, hai le labbra della fica tumide e gonfie, il solo contatto delle mutandine ti dà fastidio, le togli, sono bagnate dei tuoi umori, ti asciughi e ti alzi per andare in cucina a bere un pò d'acqua fredda, per alleviare l'arsura che senti in gola e raffreddare il calore della tua pelle eccitata.
*****

Sei rimasto sveglio per ore in quella calda notte d'estate, pensieri che ruotano nella tua mente.
Anche dormendo nudo, fa ancora troppo caldo, hai sete e ti alzi dal letto.
In piedi in cucina, bevi dal rubinetto, e senti le assi del pavimento scricchiolare dietro alle tue spalle.
"Mamma?" pronunci piano quella paura, non osando guardare indietro.
Senti la sua presenza che si avvicina, ti avvolge con le braccia mentre il seno nudo e sodo preme sulla sua schiena. Anche lei è completamente nuda.
"Ehi", ti sussurra all'orecchio. "Non riesci a dormire?"
Il suo comportamento è strano e conturbante nello stesso tempo, l'avevi sognato da tanto tempo questo momento, ma adesso sei titubante e ansioso, ma non puoi lasciarla così, è l'unica persona nella tua vita. L'ami e ti senti dispiaciuto e attratto da lei, sai che devi proteggerla e prendertene cura.
La sua mano scivola tra le gambe sul tuo cazzo.
"Mamma ..." sospiri di nuovo.
"Sì, sei diventato un uomo così bello e forte, tesoro." Le sue dita avvolte attorno al tuo pene inerte, hanno iniziato a massaggiarlo, provocando una scarica di eccitazione mista a vergogna.
Ma il cazzo è cresciuto, sempre più grande. Tua madre continua ad accarezzarlo fino a quando la tua erezione non le riempie l'intera mano.
Chiudi gli occhi per un istante.
“Sai cosa voglio, cosa desidero veramente? Voglio avere un altro bambino, un giovane fratello o sorella per te? ”, il suo respiro caldo contro il collo.
"Tuo padre non c'è più... temo che adesso dovrai aiutarmi con questi impulsi. Prenditi cura della tua mamma.", ansimò.
Sapevi che non è giusto, sapevi di doverti fermare, sapevi che avresti dovuto proteggerla dai suoi stessi istinti. Ma come potevi farlo, quando la sognavi di notte, quando i tuoi pensieri erano rivolti a lei e non sempre come madre, ma come donna.
Tua madre ha 39 anni è una donna molto bella e sensuale, rimasta sola troppo presto, tu 19 anni nel pieno del tuo sviluppo sessuale, con sempre il cazzo in tiro e bisognoso, come ogni giovane della sua età.
Lei prende l'iniziativa, ti fa voltare, poi si inginocchia, e alzando lo sguardo sussurra: "Wow. Sei incredibilmente grande. Potente."
Lo prende in bocca, succhiandolo in modo insopportabilmente eccitante, non riesci a distogliere lo sguardo.
Guardi il tuo cazzo scomparire nella sua bocca, senti la lingua giocare con la tua asta, è più eccitante di tanti video che hai visto sul web, più sensuale di tutte quelle ragazzine inesperte che hai avuto.
Tua madre può mostrare comportamenti estremamente inaspettati, metterti in situazioni molto imbarazzanti. Ma non vedi più niente di sbagliato in quello che sta succedendo, vedi solo un uomo e una donna che hanno voglia di darsi e scambiarsi amore, e capisci che farai di tutto per soddisfare quella donna che si sta offrendo a Te completamente, il fatto che sia anche tua madre,non ha più importanza.
Un improvviso istinto di dominio ti avvolge, afferri i capelli ricci di tua madre, imponendo il tuo ritmo alla sua bocca.
Devi averle fatto un pò male, ma lei geme adattandosi al tuo desiderio.
Non puoi resistere a lungo a quella bocca che ti sta succhiando l'anima, la tiri su delicatamente, guidandole sul tappetto del soggiorno senza staccarla dal tuo abbraccio e baciandola con passione.
Tra le tue braccia, all'improvviso sembra spaventata. “Non lasciarmi mai, ok? Per favore, fottimi bene, per favore, prenditi cura della mamma, sono sola quando non ci sei. "
"Oh sì", sorridi ormai perso tra le sue braccia. La spingi sulla schiena, le gambe divaricate. Siete soli, nessuno lo avrebbe mai saputo.
I gemiti reciproci riempiono la stanza quando scivoli dentro di lei lentamente, senti la sua fica avvolgerti ed accoglierti completamente, lei stringe le gambe e le braccia attorno al tuo corpo, e con voce roca:"Sì ... fottiti la mamma ... fai bambini con me ..."
Chiudi gli occhi insieme a lei, non c'è bisogno di guardarvi, tutti i sensi sono accesi e ricettivi, non vi siete mai sentiti cosi uniti da quando sei uscito da quel grembo che adesso riempi con il tuo sesso.
Il tuo cazzo è più duro di quanto fosse mai stato prima, con la bocca aperta, senza fiato, un'espressione di lussuria travolgente nei tuoi occhi, l'orgasmo.
Senti la sua figa afferrarlo saldamente, succhiarlo con i suoi muscoli vaginali in mezzo a un'incredibile umidità.
Senti il suo gemito quasi supplicante mentre il suo orgasmo inonda la sua fica, acceleri, spingendoti ancora più in profondità, una spinta veloce e più intensa delle altre e la brama ardente nei tuoi lombi scorre improvvisamente attraverso il cazzo, riempiendo l'intera lunghezza, la pressione si concentra sulla punta.
Tua madre lo percepisce e avvicinando la bocca al tuo orecchio sussurra: "Non ti fermare, oggi sto ovulando, vieni dentro di me."
Il tuo corpo reagisce immediatamente alle improvvise pulsazioni della sua eiaculazione, e scarichi la tua raffica di sperma in profondità nel suo fecondo utero.
Lei urla mentre sente i colpi caldi di sperma schizzare dentro di lei.
Ci vollero molti minuti prima che il tuo senso di colpa tornasse. Le scivoli fuori, immediatamente, lei si arrotola tra le tue braccia, non lasciandoti altra scelta che trattenerla, pensieri preoccupati e confusi svolazzano nella tua mente.
Proteggerai tua madre, senza dubbio. L'ami moltissimo, ma adesso siete andati troppo lontani, non si può tornare indietro, è stato troppo bello, l'istinto che avete acceso, sarebbe tornato di nuovo.
L'ha scoperai ancora, e ancora.

Questo racconto di è stato letto 2 6 9 9 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.

Online porn video at mobile phone


racconti travestala sorellina della mia ragazzaracconti di sesso in vacanzaracconto porno incestoracconti pornograficiracconti erotici gang bangmilu raccracconti erotici di inculateracconti di sesso realiraccontiporacconti sex gratisracconti erotici donne anzianeracconti gay al cinemaracconnti eroticiesibizionismo eroticoracconti ziastorie eroticostorie pirnoerotci raccontiracconti marito cornutoracconti piedi femminiliraccnti eroticieroticiracconti gratisscambio coppia raccontiracconti erroticistorie feticismo piediracconti particolaristorie erotivheracconti padrona schiavoracconti erotici zoofilieroriciraccontiracconti porcellii racconti di milústorie di sesso in famigliaracconti piccantissimiracconti erotciporno ita netracconti eriticiraccpnti eroticitacconti pornononna eroticaracconti erotici la professoressaporno storie vereero raccrqcconti pornostorie di sesso con suoceraracconti erotici scambio di coppiastorie hot gratisracconti eroticoracconti gay amiciracconti erotici erotici raccontiraccontihotstorie di incesti gayragazza si fa inculare dal canecugine maialeracconti erotici in classesculacciate raccontiraccomti pornoraccontiporacconti di cazziinculato da mia mogliemasturbazione tra fratelliraccpnti eroticiracconti porno gratisraccomti 69racconti pprnorscconti pornowww racconti eroticimamma eroticaracconti hot veristprie pornoracconto piccanteracconti sesso lesboracconti erotici di cornaracconti porno animaliracconti dominazione femminileerotici raccontirotici raccontiraccinti eroticimariti bsxracconti porno giovaniracconti eroticciracconti incestuosi verilaura paneraistorie zoofiliaescort storieracconti di mogli troieracconti piedi maschiliracconti rroticiwww.racconti-erotici.itracconti di milu'erotico raccontiracconti porno+racconti erotici con cognatapissing raccontiracconti di mogli che tradisconoraccinti pornostorie porno amatorialiracconti erotici padre figlioracconti bisex