Insegnante per una sera

Scritto da , il 2020-01-25, genere incesti

Insegnante per una sera.

Sono stato un insegnante per una sera, insegnante di cosa, direte voi e ora vi racconto.
Ho quarantannii e ho una sorella che è madre di una ragazza di 19 anni, mia nipote Anna.
Io e Anna abbiamo sempre avuto un ottimo rapporto fatto di sana complicità, sin da quando era adolescente, lei mi ha sempre chiesto consigli di varia natura, anche sul sesso.
Ho sempre risposto alle sue domande qualunque esse fossero, senza tabù, perché una cosa non detta o spiegata male, può portare un adolescente a fare cazzate.
Detto questo un giorno lei mi manda un messaggino su WhatsApp e mi dice che deve chiedermi una cosa e se possiamo vederci.
Le dico che la sera sarei stato a casa e che se voleva poteva passare da me.
Si presentò intorno alle 9 e dopo quattro chiacchiere davanti ad un caffè le chiese di cosa voleva parlarmi.
Mi disse che era una cosa così particolare che per lei ero l'unico a poterla aiutare.. " cavolo" le dissi " "è così particolare".
Lei con un po' di titubanza e imbarazzo alla fine mi chiese" zio mi spieghi cos'è il rimming?"
Ci misi qualche secondo per elaborare la cosa mi sembrava addirittura di aver capito male.
Ma lei ripeté quella parola e mi disse che il suo attuale ragazzo voleva provare il rimming e lei per non fare la figura della ingenua aveva detto di sì senza sapere cosa fosse.
" Wow.,mi hai spiazzato"" non hai guardato su internet il significato" le risposi.
Mi confessò di averlo fatto e di sapere cosa fosse, il problema era che non sapeva come si faceva fisicamente.
" Cara Anna non è facile spiegare come si fa una cosa del genere, si fa e basta" le dissi.
" Lo so zio ed è per questo che sono venuta da te, vorrei che.. insomma… provassi con te"..
Rimasi pietrificato a quelle parole, io ero un uomo sessualmente molto attivo e lei una bella ragazza giovane ma cazzo era mia nipote!!!!
"Anna, ti rendi conto di quello che mi stai chiedendo? Questo va molto al di là di un consiglio sul sesso, questa è.. è…" non avevo altre parole da dire.
" Lo so bene zio e so di chiederti una cosa fuori dal normale ma tu sei l'unico di cui mi fido e che può capire, ti giuro sulla mia vita che non lo saprà mai nessuno!!!!".
Ma lo saprò io, pensai.
Rimasi a fissarla e posso solo pensare che in quel momento il mio caffè fosse stato drogato con qualcosa perché dissi "ok, va bene".
Lei saltò in piedi e mi abbracciò forte ringraziandomi ( spero che non si sia accorta del mio cazzo in erezione ).
" Fammi fare una doccia queste cose si fanno prima di tutto da belli puliti" dissi.
Mi feci una doccia veloce ma curando bene la pulizia del mio cazzo e soprattutto del mio retto, tanto che mi infilai un dito dentro per pulire le pareti, non volevo certo trovarmi in situazioni imbarazzanti, già quella storia lo era abbastanza.
Tornai in sala da Anna con solo l'accappatoio addosso e continuavo a dire a me stesso che non si doveva fare ma il diavoletto della lussuria continuava ad avere la meglio su la mia moralità.
" Ok Anna, io sono pronto" " ma come ogni qualsiasi lezione prima della pratica, viene la teoria, ti faccio vedere un filmato" dissi.
Mi sedetti vicino a lei e feci partire un breve filmato di un rimming con tanto di pompino e dito nel culo.
Lei guardava il filmato e io le spiegavo le scene, annuiva e faceva domande a cui rispondevo nonostante il mio imbarazzo.
Averla vicino a me a quardare quel porno mi eccitava e facevo fatica a trattenere l'erezione… porca troia ero pur sempre un uomo.
Il filmato finì e io le chiesi cosa ne pensasse.
Mi disse che era eccitante e capiva perché la cosa piacesse così al suo ragazzo; non solo a lui pensai.
Era arrivato il momento della pratica, feci un bel respiro e le dissi" ora ci applichiamo giusto?"
" Certo zio siamo qui per questo ma non vorrai mica tenere l'accappatoio addosso, ti vergogni?, infondo so come è fatto un uomo" Mi rispose.
Aveva ragione ma ero suo zio, vacca Eva.
Il diavoletto lussurioso mi diede la spinta per partire, mi alzai slaccia l'accappatoio e rimasi nudo davanti a lei.
La osservai guardare il mio membro e lei mi disse che avevo un bel cazzo grosso nonostante fosse a riposo, nel suo sguardo intravidi una certa perversione.
Mi sedetti sul divano e lei si mise davanti a me.
Le dissi di ricordare con la mente il film porno appena visto e di cercare di copiarlo, mi sollevai le gambe e le tenni alte con le mani mettendo davanti ai suoi occhi il mio buco del culo depilato.
Si inginocchiò e appoggio le mani sulle mie chiappe, chinò la testa sul mio retto e iniziò a leccarmelo.
Io chiusi gli occhi immaginando che non fosse lei, pensai che così sarebbe stato tutto più semplice.
Muoveva la lingua sul mio ano descrivendo piccoli cerchi che via via andavano ad allargarsi e ogni tanto si inumidiva la lingua con la saliva.
Sentivo la punta entrare nel mio buco che pian piano si apriva. Ora potevo chiaramente sentire la sua lingua dentro al mio retto andare a toccare le pareti interne dandomi un piacere immenso.
" Vado bene zio?" Mi chiese..
"Certo Anna, molto bene" risposi.
A quale punto non c'era forza di volontà che potesse tenere, non potevo più comandarlo e il mio cazzo divenne duro davanti ai suoi occhi.
La sentii dire"mmmm zio in tiro il tuo cazzo è enorme" e sentii la sua lingua leccarmi tutta la mia asta fino alla cappella.
Lo prese tutto in bocca e mi mise un dito in culo simulando una penetrazione.
Godevo come un porco, era un pompino fantastico e aprii gli occhi con l'ultima forza di volontà che potevo avere e le dissi" Anna che fai? Sono lo zio".
Lei smise di succhiarmelo si alzò in piedi e mentre si spogliava mi disse" caro zio so benissimo cos'è un rimming ho fatto tutta questa messa in scena per farlo proprio a te e andare anche oltre, insomma zio voglio essere scopata da te come un cagna in calore" e in un attimo era nuda davanti a me.
Un corpo giovane, snello, con una patatina depilata ancora in ordine, un culo e un seno duri e sodi come il marmo.
Il demone della perversione si imposessò di me facendomi dimenticare che fosse mia nipote
e così la presi la spinsi sul divano, le allargai le gambe e cominciai a leccare qualla fighetta stretta e qual suo ano che sembrava un fiorellino.
Le infilai la lingua tutta dentro nei suoi orifizi, lei ansimava e si contorceva dal piacere, dicendomi che godeva e che voleva essere sbattuta con forza come una troia.
E così feci.
La misi a pecorina e non curante del fatto che il mio cazzo aveva un diametro almeno il doppio del l'ingresso della sua figa glielo sbattei dentro tutto in un colpo solo fino a sbattere le mie palle sul suo culo.
" Ooohhh siii zio, sfondami come una troia!!! Fammi male!!!!"
La scopai la figa con forza e lei godeva come una pazza bagnandosi sempre di più e vidi il mio cazzo che si sporcava tutto di un liquido cremoso bianco, il segno che stava avendo un orgasmo intenso.
" Ti piace vero troia? Lo vedo che sei venuta, mi hai sporcato tutto il cazzo" le dissi.
" Ooh siii zio mi fai venire come una cagna godo come non ho mai fatto!!" Gridò lei.
Tirai fuori il mio uccello sporco delle sue secrezioni vaginali mi sedetti sul divano tirandola verso me e le dissi di salire sopra con la sua schiena rivolta verso il mio petto.
Le puntai il cazzo nel culo e le dissi" adesso voglio farti venire anche dal culo mia giovane puttana", glielo infilai tutto dentro al suo retto con un colpo solo.
Lei urlo forte e pensai di aver esagerato, in fondo aveva un buchino così stretto e io un cazzo bello grosso, le avevo fatto male.
Ma ancora una volta mi resi conto che era una vera troia perché urlo" siii così zio!!!! Violentami il culo, spaccamelo, fammelo sentire fino dentro la pancia!!!".
Che troia!!!
La inculai violentemente e più spingevo forte e più lei godeva di quella penetrazione anale!!!
Le misi la mano davanti e le penetrai la figa con tre dita masturbandola intensamente.
Era tutto un fremito e un continuo ansimare di godimento dalla sua bocca uscivano parole spinte che si sentono solo nei porno più estremi
Venne in un modo che non mi era mai capitato con una donna.
Squirtò con un getto potente che arrivò fino a sporcare il muro e dalla sua vagina uscì copiosamente un liquido bianco come la sborra che mi lavò completamente la mano.
Venni anche io con una eiaculazione da cavallo che le riempì talmente tanto il culo di sperma che uscì dal suo retto andando a lavare completamente il mio uccello.

Lei senti la mia mega sborrata e si alzò di colpo girandosi e mettendosi davanti a me in ginocchio, se lo mise tutto in bocca succhiandolo e bevendo tutta la mia sborra sporca di lei come se fosse la cosa più dolce e buona del mondo, mi ritrovai il cazzo perfettamente pulito.
Sfinita si sdraiò di fianco a me sul divano e potei vedere chiaramente i risultati di quella scopata intensa, la sua figa era aperta come una rosa sbocciata e il suo sedere era talmente sfondato che riuscivo a vedere le pareti interne del suo retto.
Dopo qualche secondo di silenzio dove potei sentire il suo respiro affannato risultato dell' orgasmo appena provato lei mi guardò e mi disse:" zio sei stato fantastico, sei stato un toro, mi hai fatto godere da morire e venire come una vacca…"
" Sono stato un bravo insegnante allora" le dissi.
E lei sorridendo mi rispose" il migliore, non avevo dubbi al riguardo e infatti penso che chiederò ancora a te di spiegarmi cos'è il pissing"...
Che gran troia è mia nipote… pensai.

Questo racconto di è stato letto 8 4 0 8 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.

Online porn video at mobile phone


storie di sculacciateracconti erotici culo sfondatoil mio cane mi lecca la figamamma eroticaracconti erotici di zoofiliaracconti erotici familiariracconti incesto annunci 69milu racconticonfessione eroticaa 69 racconti eroticiertici raccontiginecologi porciracconti pornoracconti erotici con il caneracconti erotici tra fratello e sorellaracconti erotiicstorie erotiche pornoracconti erotixilaverr transracconti erotici pornoracconti mikuraconti sexstorie etotichesesso con mia cuginaracconti erotici orgeracconti eroticissimiracconti di incesti realiracconti erotici gratisstorie hard veresorie pornora cconti pornoracconti erotici con vecchiraccontierotici69racconti erotici donne incinteracconto massaggio eroticospulpracconti intimiscopate raccontiprofessoressa zoccolaracconti erotici sadomasogigantesse storieracconti erotici matrimoniosesso zoofiliaracconti erotici incesti gayracconti femminilizzazione forzataracconti erotici sodomiazoofilia raccontistorie poenoracconti sottomessoracconto prima volta gaystorie piediraccontieromoglie inculata prima voltaraconti pornoracconti erotici camerierasiti di racconti eroticiracconti erotici storie di sesso incestotradimenti racconti pornoracconti eroticheraccontierho sverginato mia figliaincesto con la ziaracconti erotici categorieracconti sissyracconti erotici diracconti erotici figliobdsm storieracconti erotici nonna nipoteincesti nuovierotici racconti.it