Nonne Troie parte 12 (il finale)

Scritto da , il 2020-01-21, genere incesti

La soddisfazione di aver chiavato anche mia zia Olga non ha ovviamente placato la mia voglia di sesso anzi, semmai il contrario. Quindi, la sera, appena fa buio, me ne vado nudo col cazzo in tiro in camera di nonna Norma.
Lei mi aspettava, indossava solo un bustino nero senza coppe e le calze di nylon trasparenti. Era tutto uno spettacolo. Le sue grosse tettone ciondolavano all'aria e la sua gattona grigetta ma pelosa era libera da ogni costrizione e mi ammiccava pronta per essere sfondata ancora. Ancora in piedi le porgo il cazzo e lei inizia a spompinarmi senza troppi problemi mentre coi coglioni gonfi mi appoggio sulle sue tettone.
“O nonna, ma che bello... o siii' mormoro mentre già il suo risucchio mi sta innescando una bella sborrata.
La troiona non aspetta altro. Si mette veloce a pecora sul letto, mi porge il deretano aperto e mi lascia fare i miei comodi.
Con un colpo secco sono già dentro alla sua fica umida e cingendola forte nei grassi fianchi inizio a montarla a tutta forza.
La nonna se la spassa è solo in quel momento capisco che è multi orgasmica... Viene a ripetizione anche 8/10 volte di fila mentre io sudo, pompo e impreco montandola con tutte le mie forze.
Senza fare troppe storie lascia che cambi buco e con due pompate sono tutto dentro al culo ormai sfondato.
La nonna mi lascia fare mentre con la mano gioco nella sua fica sgrillettandola un po’... Avrei una voglia incredibile di raccontarle cosa ho fatto a zia Olga e la cosa mi eccita parecchio quando, sorpresa, si apre la porta e appare.
Nudissima, in ciabatte. Ci guarda.
Io sono ancora nel culo di nonna, mi fermo a fissarla ma la mia erezione non diminuisce.
Non so se dovrei fermarmi o uscire ma lo sguardo severo di zia mi sta eccitando ancor di più, come quel giorno in cui mi ha visto montare mia sorella.
Si avvicina, mette una gamba sul letto proprio davanti alla sorella e lei, come nulla fosse, allunga la testa fra le sue cosce.
Prima che io possa dire altro Nonna la lecca a zia con lunghe linguate e lo fa con totale naturalezza.
Diciamolo chiaro: un conto è sapere che le due vecchie sono lesbiche un altro è guardarle lesbicare.
L’eccitazione di quella posa me lo indurisce ancor di più anche se non ne avrei bisogno e la mia voglia di sfondarla triplica.
“Ti sfondoooo” ululo mentre pompo su e giù facendole scorrere tutto il mio lungo cazzo nel culo.
L’orgasmo anale esiste e nonna poco dopo me ne da la conferma.
Eccitato dal suo calore anale sborro a mia volta e le riempio il culo.
Intanto anche zia Olga viene, afferra la testa della sorella con forza e la incita “lecca troia lecca....” mentre un vero e proprio spruzzo di orgasmi le parte fuori come una fontanella.

Lo sfilo ancora duro dal culo di nonna, mi avvicino a zia e le metto la lingua in bocca mentre le mie mani voraci si avventano sulla sua latteria che strizzo fra le mani saggiandone ogni centimetro.
Nonna intanto sta ancora leccando obbediente perché è abbastanza chiaro che nei loro giochi saffici a lei è assegnato il ruolo di sudditanza mentre Olga pare per tutto una padrona.

Viene il turno di Olga che ha un evidente urgenza di cazzzo e io non glielo faccio mancare. Si sdraia con la gnocca bella spalancata e in un secondo le sono sopra.
Le entrò dentro come un tuono e aggrappato a quelle tette immense inizio a pompare con tutte le mie forze mentre lei mi incita a fottere a tutta forza “dai su, scopa la zia, spaccami l’utero, forza, pompa, pompaaaaaa” urla mentre io ci do dentro con tutte le mie forze.
A un certo punto sento qualcosa di caldo nel buco del culo e quando capisco che è la lingua di nonna Norma il mio piacere raddoppia. Sottovalutavo quanto possa essere appagante la stimolazione anale ma ora che la nonna mi stà facendo questo regalino devo dire che è davvero bellissimo.
Zia Olga intanto viene di nuovo e copiosamente perché ha le gambe che colano sbroda.
Altro che asciugamani qui per non macchiare il lenzuolo ci vorrebbe un telone da circo.
Obbediente ai suoi ordini lo tiro fuori quando sento che sto per venire e con due rapidi colpi di mano le sborro addosso riempiendola sulla pancia prominente e sui seni.
Lei ha chiuso per un attimo gli occhi temendo che le schizzassi in faccia accecandola ma adesso pare soddisfatta e per nulla disturbata da tutto quel bianco sperma sul suo corpo nudo e sudato.
Fa un rapido cenno di intesa a nonna Norma che si sta togliendo di bocca un paio di peli del mio culo che ha inghiottito per sbaglio e la sorella, come un copione già scritto le si sdraia accanto e inizia a leccarle la pancia.
Nonna lecca zia e inghiotte il mio sperma come fosse nettare fin che non ne rimane più una goccia, zia intanto le ha afferrato una tetta e gioca col suo capezzolo durissimo.
Io le guardo e mi resta ancora duro.
Nonna si avvicina a zia con ancora il mio sperma in bocca e le due iniziano a baciarsi. Il mio sperma scorre dalla bocca di una a quella dell’altra e non riesco a trattenermi dal dire “cazzo quanto siete troie”.
“Ancora non hai visto niente” commenta zia a mezza voce mentre infilata una mano tra le gambe di nonna che le sta sdraiata sopra le apre ben bene la vulva come chiaro invito a infilarlo ancora.
È così faccio. La impalo in fica prendendola da dietro mentre limona con zia, poi appena sazio glielo infilo ancora nel culo e poi ancora.
La fica di zia, il culo di nonna, la bocca di zia, una spagnolata su nonna, in culo anche a zia....
L’orologio segna le due del mattino. Stiamo scopando senza sosta da tre ore e nessuno pare averne abbastanza.
Alla fine dopo la quarta sborrata, o forse la quinta (ho perso il conto) dichiaro chiusa la partita e crollo in mezzo ai due giunonici corpi nudi e sudati delle due vecchie che sono a loro volta esauste.... Mormoro un sonnacchioso buonanotte e perdo praticamente i sensi beato fra le loro tettone.

Quando riapro gli occhi al mattino il sole è già alto e credo sia tutto un sogno fin che non vedo zia Olga a pancia sotto che russa nuda al mio fianco. Ha ancora lo sperma secco sulle gambe e non ci sono dubbi che se la sia goduta per davvero.
Eccitato dai suoi grossi glutei sento già il cazzo duro. Faccio una mezza rotazione e le sono sopra. Spingo appena e glielo sto già infilando fra le chiappe.
Il buco è secco e faccio un po’ di fatica tanto che lei, di botto, apre gli occhi e fa un urlo di dolore “porca vacca! Aia!”.
“Buongiorno zia” dico deciso a non mollare la presa.
“Cosa fai mi inculi a secco? Ma sai che male”.
“Ma dai che sei tutta sfondata.... Dai zia che sono già mezzo dentro”.
“Fa malissimo... Aia!”.
“Su resisti dai...” la incito io con uno schiaffo su una chiappona.

Quando entra nonna Norma ancora nuda e con addosso solo le ciabatte, siamo in pieno lavoro. Zia si è accucciata meglio che poteva col culo ben in alto e io sono dietro avvinghiato con entrambe le mani ai suoi maniglioni di ciccia che pompo a tutta forza.
“Vi ho fatto la colazione” dice la nonna facendoci notare il vassoio che regge in mano.
Le sorrido. Lei mi porge la tazzina calda di caffè. “Nero e deciso per tenerti bello vispo” dice.
“Si ma fermati un attimo. Che fai mi trombi mentre bevi il caffè? Ma datti pace” sbuffa zia mentre con un colpo di reni tenta di sfilarsi via il cazzo dal culo.
“Mica abbiamo fretta” sorride nonna invitandomi a prendere fiato.
“E poi mi sto pisciando sotto” aggiunge zia che appena mollo la presa in un attimo è già in piedi e corre verso il bagno.
“Devi avere pazienza, siamo vecchiette e pisciamo venti volte al giorno” minimizza la nonna.
“Lo so e io adoro anche quando pisciate lo sai”.
“Sei proprio un porcello perverso” ride lei.
“Bhe, ovvio, sono tuo nipote” faccio spallucce io mentre con lo sguardo le faccio notare quanto il mio cazzo sia ancora durissimo.
Lei non ha un attimo di esitazione, mi lascia mettere comodo sdraiato sul letto con la mia tazzina in mano e si avventa a bocca aperta sul mio uccello succhiando fin che non le sborro in gola.

Zia torna dal bagno appena in tempo per vedere la sorella che gronda sperma. Fa un sorriso malizioso mentre con la carta igienica si pulisce la fica umida di urina.
“Penso proprio che sarà una fantastica estate” dice mentre già immagina tutte le scopate che ci faremo.
“Si anche perché qui più sborra e più resta duro!” aggiunge nonna con lo sperma che le cola dalla bocca lungo il collo giù fino al seno.
“Beata quella che si sposerà un fenomeno del genere. Lunghissimo, larghissimo e sempre duro” commenta zia grattandosi il culo.
“Bhe, per adesso beamocene noi” ribatte nonna mentre mi abbraccia strizzandomi il volto sul suo bellissimo seno.

Questo racconto di è stato letto 4 9 5 2 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.

Online porn video at mobile phone


racconti erotici spogliatoioracconti erotici tutto in famigliastorie hardi raccinti di miluracconti erotriciracconti icestoracconti erotici con neristorie di sottomessefemmine zoccoleracconti ingestisculacciato dalla ziaracconti erotici con matureracconti incesto figlioracconti erotici di zoofilialettere hard da leggere gratisraccontierotsorie pornostoriepornoracconti hard gratisporno racconti italianiracconti di mamme troieracconti nonna nipoteerotici raccontistorie mogli troieracconti incesti madre figlioerotici racconriragazze fanno sesso con animaliracconti sesso gratisracconti di bdsmstprie pornoracconti erotici gratuitigeneri eroticiracconti stupro gaytracconti eroticiracconti hard incestamatoriali raccontitopless raccontiporno storie di cornamia zia e una porcaracconti erotici estetistastorie feticisteracconti lussuriosiracconti erotici segheracconti suocera generomilùraccontiracconto di sessostorie porracconti 69 eroticiraccpnti eroticipiringeoracconti mistress transsrorie pornoanimalsessoracconto cuckolderotici racontiacconti eroticistorie pompinomasturbazinesex raccontitopless raccontiannunci 69 racconti eroticii generi di racconti inceatostorie eroticestorie d'incestiracconti tradimentiracconti sadola mia ex mi fa un pompinoracconti eeoticii generi di racconti inceatoracconti porno con immaginicuck raccontimia moglie scopa con il canemio fratello si masturbaraccont69addio al nubilato raccontiracconti tranracconti eroiticiracconti sesso animaliracconto erotico 69moglie troia raccontiracconti erotici fumettiraccontierotici.itstorie di sesso vere