Dai che piace anche a te mamma

Scritto da , il 2016-10-30, genere incesti

Ciao a tutti, mi chiamo Michele trent'anni , vivo con mia mamma in un paese della Lombardia. Avevo l'hobby della palestra , non sono un fanatico ma mi piace tenermi comunque in forma .in casa avevamo un locale mansardato abbastanza grande, era già un po' di tempo che mi girava in testa l'idea di usare quel locale per farmi una piccola palestra in casa così avrei potuto allenarmi quando ne avrei avuto la voglia.Dopo qualche mese il mio progetto era andato in porto , la sera dopo il lavoro andavo su ad allenarmi con tutta tranquillità, oltre che a tenermi in forma per me era anche un motivo di sfogo .
Un sabato pomeriggio ero seduto sul divano che guardavo la tele, squillò il telefono di casa, andai a rispondere , era mia zia che cercava mia mamma, così la chiamai mentre era in bagno
" mamma c'è la zia al telefono ti vuole"
-lei" si Miky un minuto e arrivo "
Tornai sul divano a guardare le tele , dopo qualche secondo venni distratto dalla voce di mamma che aveva raggiunto il telefono per rispondere alla zia , mi girai e rimasi di sasso, c'era mamma che mi dava le spalle , era solo con l'intimo addosso , un paio di mutandine e reggiseno di pizzo color rosso, era molto tempo che non vedevo mamma in intimo, non riuscivo a non guardare il culo di mamma coperto da quelle mutandine , non è che mamma era una donna splendida ,si insomma una donna normale che aveva superato i cinquant'anni di età , qualche chiletto in più c'era e penso sia normale , ma aveva delle forme ancora piacenti , un culo pieno non grosso e una quarta di tette , anche se non avevo mai visto mamma come quel giorno , mi sembrava scoppiasse di sensualità , non riuscivo a togliere lo sguardo da quel culo splendido , la chiacchierata con zia durò circa una decina di minuti , dove io mi ero sorprendentemente goduto lo spettacolo, mamma tornò in bagno per finire di prepararsi come nulla fosse , un po' frastornato tornai in camera , non so se ero più frastornato per quello che avevo visto o per la reazione che avevo avuto a quella visione. La sera prima di addormentarmi continuavo a pensare a quella scena e a quanto mi era inspiegabilmente piaciuta, avevo una gran voglia di toccarmi il cazzo , continuavo a pensare a mamma con quelle mutandine , mi ripassava davanti agli occhio quella scena ,che speravo di rivedere al più presto , anche se nn ci volevo pensare e sapevo che non era giusto tra me e me dicevo" mamma ma quanto mi hai fatto eccitare?.. Che bell culo che hai.. Mmmm".
I giorni passarono , pensavo spesso a quella scena, ma piano piano si allontanava dalla mia mente quello stato di eccitazione , fino a quando un sabato mattina che ero nella mia palestra ad allenarmi , sentii che dalle scale stava Salendo mamma, sentivo il rumore dei passi, con un gesto instintivo mi tolsi la maglietta, a dir la verità non so il motivo di quel gesto , ma avevo voglia di farmi vedere da mamma, come se volessi ricambiare il favore , era certo che questo era solo nella mia testa ma seguii il mio istinto prima che mamma entrò da quella porta .
Mamma era appena tornata da far la spesa, aveva un vestito intero color viola e nero, il mio sguardo fini' sulle sue tette, non è che non mi ero mai accorto delle sue forme, ma ora mi sembravano più belle che mai, e non riuscivo a non fissare quelle tette dentro quel vestito così attilato..
" Miky ma sei sempre qui? Sono andata a fare la spesa , vuoi qualcosa di preciso per pranzo?"
-io"no mamma quello che vuoi tu va bene"
Poi mamma si avvicino e indicando un mio tatuaggio sul petto mi disse" e questo quando l'hai fatto?"-io" ma mamma sarà cinque anni che ce l'ho"
-lei" e scusa ma non ti vedo mai senza maglietta, comunque bello, se non avessi la mia età lo farei anch'io un tatuaggio ,e mi Sa che se mi decido farò anch'io un po' di palestra se ti va di seguirmi un po' , almeno mi metto un po' in forma anch'io"
-io " mamma quando vuoi sai che non ci sono problemi "
-lei " grazie , vado a preparare il pranzo ci vediamo dopo "
Mamma si girò per tornare in casa , inutile dire che gli guardavo il culo, con quei fianchi leggermente larghi , mi arrapava da matti,appena chiuse la porta mi toccai il
cazzo e pensai"mmmmm mamma sculetti pure .. Ma cosa mi stai facendo ?"
Quando scesi per il pranzo mamma riprese il discorso precedente"Miky pensi sia ridicola se mi faccio anch'io un piccolo tatuaggio?"- io"ma no mamma perché ? Uno piccolo ti starebbe bene". -lei" dai magari uno piccolo potrei farmelo, e dimmi Miky se secondo te mi metto anch'io a fare palestra migliorò un po' anch'io ?"-io" ma certo mamma, anche se non ne hai molto bisogno "- lei" e si ne ho bisogno " mamma si alzo' dalla sedia , e disse " si dai vorrei buttare giù questa pancetta" io D'istinto alzai la maglietta di mamma fino a scoprirgli la pancia, gli appoggiai la mia mano in maniera delicata, la fissai negli occhi e dissi" ma non ne hai bisogno mamma stai benissimo anche così"non so perché feci quel gesto, ma mi sentivo carico , eccitato , e mamma disse" no dai che con un po' di buona volontà la butto giù ".
Nei giorni seguenti prenotai il tatuaggio per mamma che aveva deciso di farsi una piccola stellina sulla spalla , mamma aveva un po' di timore,cercai di rassicurarla che non avrebbe fatto male , così il giorno del suo appuntamento accompagnai mamma, che mi chiese di entrare anch'io , conoscevo bene la ragazza dei tatuaggi e non c'erano problemi . Appena entrati nella stanza la ragazza preparo il tutto , poi disse " ci siamo via la camicia", mamma inizio a slacciarla ,la ragazza era dietro di lei , mentre io ero di fronte ,mamma faceva la faccia terrorizzata mentre slacciava la camicia,mentre io pensavo .. " dai mamma fammi vedere quelle meravigliose tette".. Mamma mi era di fronte, con solo il reggiseno , mentre la ragazza tatuava e parlava con mamma, il mio sguardo era sempre e solo su quelle tette .. Mmmm quanto avrei voluto mangiarmele.
Qualche giorno dopo, appena finito il lavoro rientrai a casa, mi cambiai per il mio allenamento , mamma era in sala seduta sul divano a guardare la tele, gli dissi" mamma io vado un po' su , ma perché non vieni a fare qualcosa anche tu?"-lei" dai va bene Miky mi preparo e vengo su anch'io,basta che non mi sfotti che sono una frana"-io" ma non ti preoccupare dai ti aspetto su."
Andai di sopra , iniziai ad allenarmi, dopo poco mi tolsi la
Maglietta rimanendo a petto nudo, con sotto solo un paio di pantaloncini ,mamma non ritardò ad arrivare , era con dei leggins fino sotto al ginocchio, ed una felpa con la cerniera, in perfetta tenuta sportiva,mi disse"ma perché Miky ti alleni sempre senza maglietta?"-io" mamma così vedo meglio se mi alleno bene"-lei" ah capisco, dai Miky faccio un po' di corsetta sul tappeto, piano piano se no domani non mi muovo", si mise a ridere e incominciò il suo allenamento, dopo qualche minuto mamma disse" dio che caldo, si vede che nn sono abituata " si tolse la felpa, " miky me l'appoggi da qualche parte?" , mi diede la felpa, aveva sotto una canottierina nera, correva leggera, dallo specchio vedevo le sue tette muoversi , ballare dentro quella canottierina , era uno spettacolo , mamma fini' la sua corsa ," uff sono già sfinita, chissà quanto dovrò correre per buttare giù un po' questi fianchi e questo culone", -io"ma mamma non molto dai sei già abbastanza in forma" volevo osare di più , ma mi bloccavo, non sapevo come comportarmi , non sapevo cosa dire, dovevo trovare il pretesto per fare qualcosa più dovevo studiarmela bene.
La sera prima di addormentarmi pensavo sempre a come potevo creare un occasione per cercare di fare di più, e il solo pensiero mi eccitava ,quella sera ero eccitato particolarmente, e iniziavo a pensare a mamma non solo alle sue forme , ma qualcosa di più, pensavo a mamma a come fosse stata in alcune circostanze, avevo il cazzo durissimo, e li mi venne in mente un idea che gli avrei proposto la sera dopo.
Durante la cena , avevo già preparato la mia proposta ma facevo fatica a dirla a mamma poi presi coraggio e dissi" mamma ma perché piuttosto di fare palestra non vai a fare un corso di latino -americano ? E' diverrete , meno faticoso e almeno ti sfoghi anche un po'" , parti' una sonora risata, e mi disse" ma dai Miky ma mi vedi a me andare a ballare? Ma ci saranno tutte ragazzine mica donne della mia età , e poi con chi vado?"- io" ma mamma non è vero che sono a tutte ragazzine , e poi scusa cosa ti costa, prova se non ti piace lasci , se ti decidi dillo che lo faccio io con te" - lei" ah so io perché vuoi farlo allora, almeno li ci sono tante belle ragazze anche con dei bei fisici , e furbetto"-io" ma va mamma lo faccio per farti un favore almeno ti faccio muovere un po' quel culone che hai" - lei con aria scherzosa" aahh avevi detto che ero in forma adesso mi dici che ho il culone?, grazie ne.. Molto gentile"e si mise a ridere" ma dai mamma scherzo andiamo dai proviamo se non ci piace lasciamo perdere"-lei" dai facciamo sta prova tanto so che nn durerà molto".Ero molto euforico , il fatto di fare il corso con mamma mi mandava in estasi, magari non sarebbe successo nulla, ma sicuramente avevo la possibilità di avere un contatto più vicino con lei, poi solo immaginarla ballare mi eccitava, così organizzai il tutto , a qualche minuto da casa sarebbe iniziato un corso per chi era alle prime armi, perfetto per noi.
Iniziammo il corso, le prime lezioni non riuscivo ad osare molto, il maestro ci scambiava spesso di coppia, sia mamma che io all'inizio eravamo un po' legati , poco sciolti , ma con il passare delle lezioni iniziavamo a prendere confidenza, eravamo molto più sciolti, sia io che mamma eravamo molto più entusiasti.
Il corso era quasi giunto al termine , ormai mancavano poche lezioni, ed io non ero riuscito a combinare granché , ma una sera ad una delle ultime lezioni, stavo aspettando mamma in sala, scese le scale , era splendida, un vestito intero nero, corto leggero , provocante, era il massimo, oltre ad essere corto era largo sotto, sopra una scollatura generosa , mi sembrava la donna più eccitante del mondo in quel momento, la guardai con occhi spalancati e dissi" mamma ma stasera vuoi li sguardi tutti per te?"-lei"ma perché dici che sto male?e' troppo esagerato ?" Mamma difficilmente si vestiva così e io gli dissi" no mamma sei una favola , stai benissimo".
Durante il tragitto gli guardavo le sue gambe , quella sera sarei potuto impazzire , era il massimo , arrivammo alla sala corsi, così iniziammo la nostra lezione, il nostro istruttore doveva farci vedere un nuovo passo, prese mamma come esempio, partii la musica, vedevo mamma muoversi molto sciolta con il nostro istruttore , i loro corpi molto stretti,poi mamma tornò da me , per provare questo nuovo passo. Iniziammo a muoverci io ero dietro di lei, gli mettevo le mani intorno alla pancia, poi mi disse" tienimi più stretta Miky"ora il nostro contatto era molto stretto , avevo il cazzo duro, ma mi vergognavo a farglielo sentire , mamma in primo momento non se ne accorse,e involontariamente cercò lei il contatto più stretto , non si aspetto' il mio stato , ma appena spinse indietro il bacino senti tutta la mia eccitazione, mamma ebbe come un sussulto , come bloccarsi, sentivo che era cambiata a quel contatto, io invece non volevo fermarmi la strinsi ancora di più, mi strusciavo su quel splendido culo, lei quasi non osava dire nulla per non dare nell'occhio, e io ne approfittavo , volevo lo sentisse tutto, poi presi ancora più coraggio e dissi" mamma ti piace ballare con me?"-lei allora disse con voce sorpresa da quella situazione" ma Miky che fai , cosa dici ma ti sei impazzito? Non possiamo ballare così io è te dai" mentre continuavano a ballare, io non volevo assolutamente fermarmi, ero troppo preso dalla situazione volevo osare , giocarmi le mie carte " mamma stasera sei fantastica , sei irresistibile , dimentica chi siamo per un attimo", - lei" Miky spostati ti prego dai"-io" mamma hai un culo troppo arrapante e quelle tettone sono splendide non riesco a fermarmi"; lei si girò di scatto staccandosi da me è disse"ma ti rendi conto di quello che mi stai dicendo ? Tu ti sei impazzito". Quelle frasi erano pronunciate in maniera non arrabbiata , ma sicuramente sorpresa . La lezione fini' ci incamminammo verso la macchina, c'era un silenzio surreale, io pensavo , che scemo che sono ma coma cazzo ho fatto a dire certe cose, ero imbarazzatissimo , appena saliti in macchina però fu lei a cercare subito di trovare l'armonia tra noi, a sciogliere quell'imbarazzo che si era creato , cercando di fare come se nulla fosse successo , con mio grande stupore disse" peccato Miky che il corso sia quasi finito , e' molto divertente , poi anche l'istruttore e' bravo , tu ti diverti o mica troppo?"-io" si mamma certo che mi piace, ma te l'avevo detto che sarebbe stato divertente, comunque quando finisce il corso qualche volta possiamo anche andare a ballare per conto nostro se ti va"-lei " certo, mi piacerebbe un sacco , almeno tu ti puoi trovare una ballerina per poter ballare liberamente " mi guardo' e sorrise-io" è no mamma se vengo io voglio ballare solo con te"mamma mi guardo' con aria sospetta e mi disse "e perché vuoi ballare solo con me?" Io- "ho in casa la ballerina più brava , bella e sexy non vedo perché dovrei trovarne un altra"-lei" dai invece di prendermi in giro andiamo a casa va".
Durante il tragitto pensavo al motivo perché mamma non mi avesse detto nulla, e si era comportata quasi come se nulla fosse successo, eppure gli avevo detto comunque cose spinte , non capivo il perché del suo comportamento.
Appena rientrati in casa , mamma disse" sono stanca ci vuole una bella dormita ora"stava per salire le scale e gli dissi" non mi dai un bacino della buona notte?"-lei" non sei troppo grande per il bacio della buona notte?"poi si avvicino' mi diede un bacio sulla guancia e disse" notte tesoro e grazie della serata". Sali' le scale io ero sotto di lei , la sua camminata era lenta forse anche un po' per la stanchezza, potevo ammirargli le sue gambe , e intravedevo le sue mutandine non riuscì a trattenermi e gli dissi" che belle mutandine nere che hai mamma" lei mise entrambi le mani a chiudere la gonna e disse" stupido vai letto" io gli sorrisi e gli dissi" si mamma vado".
Nei giorni successivi vedevo mamma , molto tranquilla , allegra , ne ero contento .Era arrivato l'ultimo giorno di lezione, io ero ancora seduto sul divano mamma era quasi pronta, poi scese in sala, aveva una maglietta bianca attillata, con le spalle scoperte, quelle meravigliose tette sembravano scoppiare dentro quella maglietta, un paio di pantaloni elasticizzati colore marrone , un cinturone nero alla vita, mi disse" ma ancora qua sei? Dai preparati che tra poco andiamo"-io " ma mamma e' presto dai sposta quel culone che non vedo la tele" e mi misi a ridere-lei" scemo non ho il culone non sfottermi, stasera dobbiamo rifare tutti i balli speriamo di ricordarmi"-io" ma si mamma quando iniziamo ti torneranno in mente tutti stai tranquilla"-lei " oddio non mi ricordo nulla" -io" vuoi che li ripassiamo un po? Metti il cd che ci ha dato l'istruttore che ripassiamo dai"-lei" si si dai che sono in panico". Mamma mise il cd , poi si mise a ridere" ma che due stupidi mi viene da ridere" -io" dai mamma vieni qua è impegnati!!" -lei" ok scusa va bene" iniziammo con i balli più semplici , in un attimo sentivo il mio cazzo indursi , quando poi mamma si giro' iniziai di nuovo a strusciarglielo quasi perdendo il ritmo, spingevo per potergli far sentire tutto il mio cazzo sul suo culo, lei tornò ad irrigidirsi" scusa mamma, ma sei più forte di me" lei- dai non importa, basta che mi fai ricordare questi passi" le sue parole mi lasciarono stupito, continuavamo a ballare, io piano piano osavo di più, appoggiavo le mani sulle gambe , e respiravo eccitato, mamma poi si stacco' e disse quasi con aria di sfida " hai visto che il mio culo non è poi così male?"io mi sedetti sul divano e dissi" ma insomma fammi vedere un po' bene " e gli feci segno di girarsi , mamma accetto' il mio invito, si giro' su se stessa,avevo il suo culo vicinissimo a me è dissi per prenderla in giro" non è male ma ci puoi lavorare" è scoppiai a ridere - lei" ma stupido la finisci di prendermi in giro?" La tirai verso di me, le cadde sulle mie gambe, ci ritrovammo con lei a cavalcioni su di me" scherzo mamma, hai un culo bellissimo" la situazione era cambiata lei mi guardava in maniera strana " ma Miky non puoi dirmi tu queste cose"io preso dall'eccitazione abbassai il bordo dei miei pantaloncini , avevo il cazzo durissimo e gli dissi" guarda mamma non ti dico bugie sei stupenda "- lei come frastornata " ma Miky che fai?ti prego vai a prepararti" - io" mamma non ti piace il mio cazzo"- lei" ma sei stupido? Ma che domande mi fai!?"-io" perché ? Io ti ho detto che sei splendida e che le tue tette e il tuo culo mi piacciano da morire" - lei" e ma che c'entra dai Miky basta" - io" no dai mamma, rispondimi" iniziai a toccarmi il cazzo mentre parlavo e la guardavo negli occhi, lei mi guardava con aria sorpresa non mi diceva nulla allora insistetti"dai mamma rispondi alla mia domanda , ti piace il mio cazzo?"-lei" dai Miky ma non puoi chiedermi certe cose, guardaci come siamo , cioè io sono sopra di te , tu mezzo nudo che mi dici certe cose, sai quanto tempo è' che non mi trovo in una situazione così? Da molto tempo "- io" ma mamma non ti faccio nulla voglio solo sapere se ti piace questa situazione o no?perché a me piace un sacco , e non sai cosa darei se fossi tu a continuare a finire quello che sto facendo .. Dai mamma almeno dimmi che non ti dispiace - lei" ma Miky sono una donna , e' normale che mi piace il cazzo però.."-io"no mamma voglio sapere se ti piace il mio cazzo?"lei sospirò profondamente e disse" si Miky hai un bel cazzo se contento ?ma di più non posso dirti lo capisci"-io " va bene non vuoi dirmi se ti piace la situazione allora controllo io"mi guardo' con aria sospetta , io gli dissi" lasciami solo un minuto di libertà "gli slacciai il bottone dei pantaloni, lei fermo' subito la mia mano, io gliela tolsi con delicatezza e dissi" lasciami fare mamma controllo e basta" lei in bambola per quello che stava accadendo , non oppose più resistenza , io infilai la mia mano in mezzo alle sue gambe, dentro le mutandine , mamma era una lago, io gli sorrisi , iniziavo a fargli un ditalino mentre i nostri sguardi non si distaccavano mai" hai visto mamma che ti piace la situazione?"lei tra il godimento e l 'imbarazzo disse" no Miky non puoi ti prego ..mmmmmm dai non puoi toccarmi così tu, ma sei pazzo dio mmmmm ohhhhh mmmm leva la mano dai"- io gli presi la sua e la avvicinai al mio cazzo" dai mamma , toccami anche tu " mamma si faceva guidare la sua mano per farmi una sega, quel contatto mi faceva impazzire " mmmmmm brava mamma, dai fai da sola sono convinto che sei bravissima " lei mi guardava godeva è diceva"ma tu sei pazzo ma ti rendi conto mmmmm oddio ma che sto facendo ?ohhhhh mmmmmmm"-io " mamma tirati via la maglietta dai fammi vedere le tette" mamma mi guardo' si avvicino e inizio' a baciarmi con passione ed eccitamento , si tolse la magliettina, avevo davanti mamma senza maglietta solo il suo reggiseno nero" ti piacciono davvero le mie tette amore? Non mi predi in giro?"io gli abbassai le coppe del reggiseno iniziai a toccargliele " no mamma non ti preso in giro , mmmmmm sono bellissime, ti prego mamma vai avanti a segarmi mi stai facendo venire.... Mmmmmm" mamma accelerò il ritmo della sega, io gli baciavo le tette e continuavo il ditalino" dai mammaaaaa dai che vengooooo sei bravissimaaaa.. Mmmmmm ohhhhh siiiiiiii mammaaaaaa ohhhhhh vengooooooo..." Venni tutto sulla mia pancia , mamma mi guardo' quasi uscita dal trance di quella situazione e disse" Miky mi raccomando nessuno deve sapere quello che è successo promettilo"-io" ma si mamma e tu promettimi che ti è piaciuto " lei mi sorrise e disse dai stupido vai a lavarti che andiamo, mi toccherà anche cambiarmi per colpa tua"-io " mamma se ti metti il vestito dell'altra sera mi faresti davvero felice" mi sorrise e andò verso la sua camera.Ci preparammo per andare all'ultima lezione, ero al settimo cielo per quanto successo, ma avevo un po' di timore invece per lo stato d'animo di mamma,ma che in macchina mi sembrava molto tranquilla.arrivati alla sala per svolgere la nostra ultima lezione,c'era una bellissima atmosfera cambiavamo partner a ripetizione poi l'ultima mezzoretta ognuno tornò con il suo, mamma ballava contenta , mi guardava spesso con intensità , cercava il mio sguardo , quella maniera di fare mi eccitava parecchio, e non riuscivo a frenarmi il mio sguardo cadeva spesso sulla sua scollatura" come siamo curiosi " mamma mi disse con il sorriso stampato in faccia-io" sei splendida mamma " -lei" quanti complimenti tesoro, non so quanto tempo che non ne ricevevo più ". Fini la lezione ci salutammo tutti, con un Brindisi promettendo di ritrovarci per una serata tutti insieme
Tornammo alla macchina, appena saliti dissi"e tu che non volevi neanche farlo il corso hai visto che ci siamo divertiti?"-lei"si è stato bello abbiamo conosciuto tanta bella gente, grazie Miky sono in debito con te". Arrivati a casa mamma andò in cucina si tolse le scarpe , sorseggio 'un bicchiere d'acqua,era di spalle , mi avvicinai a lei e gli dissi" mamma posso chiederti una cosa? Vorrei chiederti se per sdebitarti si insomma ti vorrei un giorno intero girare per casa solo in intimo, quello rosso di pizzo che ti sta benissimo " mamma completamente sorpresa disse"ma che cavolo di proposta e'? E poi tu che ne sai dell'intimo che uso io?"-io" mamma mi ricordo quando hai risposto al telefono sei stata davanti a me mezza nuda per tutta la chiamata, eri splendida"-lei " ma tu ti sei impazzito , ma pensa se arriva qualcuno oppure che ne so' , ma dai non è una proposta da farmi!-io" ma perché mamma dai non c'è nulla di male, mica ti ho chiesto di girare nuda, dai mamma ti prego " -lei" ma non capisco che proposta e'? Cioè mi vuoi ammirare tutto il giorno in intimo ? Tutto qua?"-io " si mamma tutto qua" -lei" ma perché così non ti piaccio ?" -io" ma si che domande certo che stai bene sei splendida "mamma fece un giro su se stessa e mi disse con voce bassa" e comunque mi spiace non ti posso accontentare "ma la sua risposta , non fu come per darmi un no, ma come se lei non potesse farlo allora gli chiesi"posso sapere il motivo?" - lei-" l'intimo che ti piace tanto lo indosso ora"quella atmosfera mi eccito' subito, il silenzio della sera, la sua voce un po' bassa .."allora mamma puoi farmelo vedere subito "-lei" ma perché ti piace così tanto?" Mi avvicinai a lei, la squadravo gli diedi la mano e la portai con me in sala, mi appoggiai al bordo del divano , la tirai verso di me, era girata, iniziai a toccargli le gambe , con i miei movimenti si alzava leggermente la gonna, gli davo dei piccoli baci sul collo, ero partito, gli dicevo a voce bassa" adesso ti abbasso il vestito, almeno potrò vedere quanto sei eccitante mamma.." Lei in silenzio , io piano piano feci scivolare le spalline del vestito, poi lo feci cadere del tutto, mamma mi aiuto' a farlo scivolare del tutto , si giro' era davanti a me la squadrai dalla testa ai piedi con un sorriso stampato sul volto, lei era abbastanza seria , un misto di eccitazione e imbarazzo, io ero molto più sciolto la avvicinai a me, le mie mani finirono subito sul quel culo morbido, iniziai a baciarla sulle labbra, poi cercavo la sua lingua, mamma inizio' anche lei a baciarmi , le mie mani entrarono nelle sue mutandine, il tempo di iniziare a toccarla che mamma subito si eccito' maggiormente" oohh Miky mmmmmm..sei pazzesco" -mi tolsi la maglietta poi dissi" dai mamma slacciami tu i pantaloni" mamma prima mi guardo' , poi inizio' a slacciarmi i bottoni , ero davanti lei , con i calzoni slacciati,poi da solo mi tolsi pantaloni e boxer, ero completamente nudo davanti a lei, mamma tornò a baciarmi , mentre mi segava piano" mmmm mamma, vieni qui" la feci sedere sul divano, poi appoggiai io in piedi avvicinai il mio cazzo vicino alle sue labbra" da mamma , fammi provare" -lei" ma Miky sei sicuro? Non vorrei deluderti"-io " dai mamma sono sicuro che sei bravissima" mamma inizio' il suo pompino , prima solo con dei baci poi inizio' a succhiarlo per bene , il gli tolsi il reggiseno " mmmmm mamma, sei bravissima,non è vero che non sei capace sei un grandissima pompinara"- lei mi diede degli schiafetti come per rimproverami io rincaravo al dose" ooohhh mamma dico sul serio sei pazzesca , daiiiii vai a avanti mmmmm" poi mi abbassai la feci sdraiare, gli tolsi le mutandine lei con un po' di vergogna si mise le mani davanti per poi spostarle subito dopo" ma cosa mi stai facendo fare oohhhh mmmm" iniziai a leccargli la figa , mamma godeva eccitata,mi avvicinai per baciarla, poi gli dissi " mamma girati dai" mamma si mise a pecorina gli ammiravo il suo culo , poi gli appoggiai il mio cazzo sulla figa , prima qualche strisciata poi inizia a scoparla" ooooohhhh mmmmm mikyy mi stai scopando e' pazzesco ma quanto è bello " io-" oohhhh mmm ohhh mamma, mi stai facendo impazzire mmm" poi la presi la misi sotto di me la scopavo lei era al massimo dell'eccitamento dovevo venire.." Mmmmm mammaaaaa devo venire oooohhh ohhhhh mmmmmm " tirai fuori il cazzo mi avvicinai alle sue tette " oohhhh mmmm mammma vengoooooooooo".. Sborrai tutto su quelle tette bellissime , poi baciai mamma, mi disse" sarà meglio farsi una doccia tesoro".


Questo racconto di è stato letto 4 3 7 9 4 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.


storie erotiche transstorie tradimenti pornoracconti gay anzianiracconti erotici mia moglieraconti hotracconti hard gratisvere storie di sessostorie gay pornoracc gayracconti incesto mamma e figlianuovi racconti di miluracconti erotici.comracconti eoticiracconti porboracconti porno milfracconti erotichepissing itaracconti erotici gratuitiracconti hotwww.eroticiracconti.itracconti erotici diracconti erotici pompinocane lecca figamassaggi raccontiracconti erotici mia ziaracconti porno+racconti porno cognataracconti di mariti cuckoldiincesti italianiracconti di sottomissioneclisteri sexyracconti hard tradimentoracconti gauracconti sottomissioneracconti mogli puttaneraccontigaynonno superdotatoraccondi pornoerotici racconti 69suocera raccontiinculata atroceerotici racconti.comho scopato mio figlioracconti porno ragazziracconti pprnoraccontierotmi sono scopato mia sorellaerotici racvontiracconti porno con vecchiemarito bsxracconti porno cuginacognata raccontiracconti wroticierotci raccontisorella perversaracconti erotici-annunci69.itracconti porno la prima voltastorie sesso realiracconti eroricisesso con mia nipotestorie ponoracconti erotici di sottomissioneerotoci raccontiincesto storie verestorir pornoracconti erotici collegale cosce di mia ziaracconti nonno gayracconto erotici gayracconti dottoreavventure eroticheraconti picantiracconti erotici mariti cornutistorie erotiche pornostorie vere di sessoerotciraccontiporno fotoraccontiracconti porno con caniracconti erotici famigliaracconti lesbo maturecognata raccontii racconti di milconfessioni cuckoldraccontierotici 69annunci 69 racconti incestoscopata con il caneeroticiracconti.itraccontierotici gayracconti roticiracconi eroticierotici rac