Situazioni eccitanti con mamma

Scritto da , il 2016-10-29, genere incesti


Ciao a tutti , mi presento mi chiamo Michele ho 30 anni, da poco mi sono trasferito in una grande città per lavoro con mia mamma .
Mamma, ha 53 anni il suo nome e' Teresa,tra di il nostro e' un rapporto molto semplice anche molto riservato,nessuno dei due invade la riservatezza dell'altro, non mi è mai capitato di vedere mamma nuda , se non al massimo in mutandine e reggiseno, ma anche questo e' capitato molto raramente. Fisicamente mamma e' una donna normale , non una donna meravigliosa, ma comunque una donna che si tiene abbastanza bene, un po' di pancetta c'è , aveva comunque già superato i 50
anni , porta gli occhiali ,mora, una quarta di tette un culo pieno ma non grosso .
Come dicevo all'inizio ci eravamo trasferiti in una grande città , avevo trovato lavoro in un ufficio mi occupavo di marketing , mentre mamma si occupava delle faccende di casa.erano ormai tre mesi che lavoravo in questo enorme palazzo composto da decine di uffici,lavoravo con Luca, un uomo sulla cinquantina ,molto socievole simpatico, tra di noi si era instaurato un bell rapporto.
Un giorno in pausa pranzo luca mi disse che stavano cercando una segretaria per il nostro ufficio per darci una mano, cercavano qualcuno par-time che sistemasse alcune faccende , subito mi venne l'idea di chiedere a mamma di provare lei a chiedere quel posto , così la sera quando rincasai proposi a mamma la cosa .
-"mamma dai che in ufficio da noi cercano una segretaria part-time perché non provi a fare domanda potrei parlare io con il capo".
Lei-" la cosa sarebbe interessante , ma lavorare con te non è che il massimo "
-io"vabbe' mamma potremmo far finta che non ci conosciamo almeno evitiamo l'imbarazzo con il mio collega "
-lei"ma poi secondo te vanno a scegliere proprio me, chissà quante richieste hanno , comunque Miky facciamo così non dire nulla, io domani vengo comunque a fare un colloquio , vada come vada.."
La mattina seguente mi svegliai , mamma si stava preparando per il colloquio uscì dalla sua camera,con un paio di jeans e una maglietina non proprio una abbigliamento per dare nell'occhio così la ripresi
"Ma mamma mettiti qualcosa di più elegante , sai comunque in un ufficio anche l'aspetto esteriore conta"
-lei"o Miky e solo un colloquio cosa dovrei mettermi?"
-io"non so ma qualcosa di più elegante , fai te io devo scappare".
Mi recai al lavoro quando a metà mattinata chiamo il mio capo che da li a poco sarebbe arrivato in ufficio con una signora per farle vedere il nostro ufficio , Luca era molto euforico,mai nessuna donna aveva lavorato in quel ufficio,speriamo che sia una bella ragazza continuava a ripetermi,io continuavo a rispondergli di non illudersi, che per un lavoro part-time avrebbero potuto prendere chiunque .
Dopo circa quindici minuti si apri la porta dell'ufficio entro il mio capo con mamma, ero un attimo in imbarazzo perché dovevo reggere il gioco che non ci conoscevamo, dopo le presentazioni notai mamma come era vestita, un paio di pantaloni color panna , attillati ed elasticizzati che risaltava molto il suo culo pieno, ed una maglietta bianca anch'essa molto attilata,dove le sue tette risaltavano molto. Mentre il mio capo gli faceva vedere l'ufficio e il lavoro che avrebbe potuto fare , guardavo con attenzione luca, che squadrava mamma, senza dare nell'occhio , mentre io un po' in imbarazzo cercavo di lavorare senza farmi distrarre da quella situazione .quando uscirono sentivo che il mio capo diceva la classica frase " le faremo sapere".
Appena usciti dalla porta mi aspettavo il commento di Luca, che infatti non tardo' ad arrivare.
"Allora Miky questa come ti sembra?"
Io che non sapevo come rispondere gli girai subito a lui la domanda -"non so luca, te che dici?"
Arrivo' la sua risposta che mi lasciò di sasso.
"E' una bella donna dai, la vedrei bene con il mio cazzo in mezzo a quelle tette".
Rimasi per un attimo immobile, d'altronde per lui era solo una donna,io cercai di reggere di il gioco" ma nn avresti preferito una ragazza più giovane?"
-Luca"ma va Miky, queste sono le migliori , anzi spero che assumano lei,mi sembra anche una donna socievole , poi cosa c'è di meglio di un posto di lavoro così intimo per instaurare un bel rapporto?"
La sera tornai a casa continuavano a girarmi in testa le parole di Luca, e poi chissà cosa avrebbe voluto dire, con instaurare un bell rapporto?
Entrai in casa mamma era ancora vestita come la mattina durante il colloquio , ero ancora un po' frastornato , mamma era al telefono, mi dava le spalle, gli fissai il culo per alcuni secondi,poi me ne andai in camera mia, fino a quando mamma mi chiamo per la cena, e naturalmente salto' fuori il discorso del lavoro.
"Miky non si è accorto nessuno che sei mio figlio, comunque il tuo capo mi farà sapere, l'ambiente mi sembra bello e tranquillo, chissà se avrò qualche possibilità "
Parlavo con mamma, ma i miei occhi cadevano su quella maglietta così attillata, non mi era mai capitato di guardala così, ma le parole del mio collega mi avevano fatto un effetto strano che ancora non avevo capito , vedevo mamma che voleva entrare in quell lavoro, e io non sapevo se lo volevo oppure no, per evitarmi certe situazioni.
Finita la cena, mamma andò a farsi la doccia , quando fini' mi disse"dai Miky lavati tu così dopo pulisco".
Entrai in bagno iniziai a spogliarmi, quando per terra vidi l'intimo di mamma, un paio di mutandine e reggiseno nero di pizzo, inizio a battermi il cuore, li presi in mano, e misi le
Sue mutandine sul mio cazzo, che era già diventato durissimo, inizia a strusciarmi ero eccitatissimo , una se sensazione strana, mi stavo segando pensando a mamma, al suo corpo, al modo come era vestita, che così all'improvviso mi sembro ' così sensuale e provocante, pensavo alle parole di Luca.. Dovevo venire non resistevo più , era stata la sega più eccitante della mia vita,ed era grazie a mamma.La sera prima di addormentarmi pensavo come sarebbe stato se mamma davvero sarebbe venuta a lavorare da noi in ufficio, se luca gli avrebbe fatto magari degli apprezzamenti, solo l'idea mi tornava di nuovo duro.
Nei giorni seguenti altre ragazze e signore vennero per il colloquio, anche molto belle, ma ormai nella mia testa il pensiero era solo uno, cosa ci sarebbe stato di più eccitante che avere mamma con noi in quel ufficio? No so cosa di preciso ma la cosa mi intrigava parecchio.io è luca discutavamo sul quale segretaria avevamo la preferenza, Luca preferiva una matura, io non mi sbilanciavo poi luca mi disse"e dai Miky ci sarà una che preferisci?"
Io-"guarda luca se dovessi scegliere io, la signora Teresa dell'altro giorno non mi dispiacerebbe "
Gli dissi così solo perché in realtà volevo sentire un suo parere visto che dal giorno del colloquio non ne parlo' più.
-luca" si non dispiacerebbe neanche me, comunque basta che sia di compagnia".
Le sue parole spezzarono il mio entusiasmo , forse a Luca non piaceva così tanto,o forse la sua in passato era stata solo una battuta.Proprio nel pomeriggio il capo ci chiese un parere e luca con mia grande sorpresa sponsorizzo' proprio Teresa, cioè mia mamma, quando il capo uscì , Luca mi fece l'occhiolino .
Tornai a casa la sera, trovai mamma molto euforica..
"Miky mi ha chiamato il tuo capo nel pomeriggio, lunedì inizio per un mese di prova .. Sono contentissima , incredibile che hanno scelto proprio me.. che culo che ho"
-io"si mamma hai proprio un bel culo"dentro di me pensai e non solo quello .
-lei" spero di non crearti problemi comunque ti prometto che nessuno si accorgerà che sei mio figlio ,anzi vedrai che ci divertiremo".
Non vedevo l'ora che arrivava il lunedì, mamma avrebbe iniziato un ora dopo me è luca, quando entrai in ufficio luca mi disse subito
"Dai che oggi incomincia la nuova segretaria, speriamo di avere qualcosa di bello da vedere"
Erano le nove da li a poco mamma avrebbe aperto quella porta, non vedevo l'ora, quando mamma arrivo era accompagnata dal capo, e incarico luca di seguirla in caso
Avrebbe avuto bisogno di qualcosa.I primi giorni passarono in fretta, piano piano prendavamo tutti più confidenza , Luca ci sapeva fare, e a mamma stava simpatico. Un pomeriggio luca mi disse"Teresa e' brava e molto sveglia, peccato che insomma non è che faccia vedere molto"e si mise a ridere.-io"o capito luca, ma se ti piace provaci non ti costa nulla"
-Luca"ma io qualche battutina gliela faccio ma lei nulla di che"
-io"ma magari ti conosce poco, magari con il tempo"
-lui"a me da l'impressione che guarda più te "
Io mi misi a ridere" ma va figurati se guarda me, impossibile"
La sera a cena con mamma iniziammo a parlare un po' proprio di Luca e lei disse
"Ma si è simpatico ma mi Sa che è un po' birricchino, lo vedo da come mi guarda e da quello che mi dice"
-io"perché cosa ti dice?"
-lei"ma no dai niente di che"
-io" mamma guarda che Luca ha una parola molto importante in quel ufficio quindi magari fai un po' la simpatica , dagli corda magari quando parleranno per assumerti metterà una buona parola"
-lei"ma sei matto? Per chi mi hai preso ?poi non sono capace in queste cose"
-io"ma mamma non devi mica fare chissà che, e poi non serve molto , quando ti fa una battutina assecondalo, poi che ci vorrà mai, magari ti metti una gonna più spesso e qualche scollature più generosa non fa male, sai che se ti assumono e' meglio per tutti."
-lei"si lo so stupido, ma mica posso fare la troia per farmi assumere".Sentire mamma parlare così mi piaceva, mi eccitava, bastava poco che sentivo il mio cazzo indurirsi..
"Ma si mamma,mica ho detto questo ti dico solo fai un po' la simpatica, e poi sai quando fermarti"
-lei"ma poi Miky ci sei tu, cioè mi imbarazzerebbe parecchio"
-io"ma io mica ti guardo fai un po' la simpatica e basta"
Mamma mi guardo con aria un po' dubbiosa.
Il mattino seguente quando mamma entrò in ufficio mi resi conto che mamma aveva ascoltato il mio consiglio, si presento' con una gonna sopra il ginocchio viola e nera, a quadri scozzese, quelle gonne "svolazzanti "e una canottierina nera, con le maglie fini, parecchio scollata,entro' in ufficio con un bel sorriso..
"Buongiorno ragazzi, oggi fa molto caldo "
-Luca "ciao Teresa , moto elegante oggi, stai benissimo"
-mamma"grazie Luca sempre molto gentile "
Guardavo Luca, squadrava mamma, o meglio la mangiava con gli occhi, ogni tanto mi guardava con una faccia da arrapato, mi faceva capire che gradiva lo spettacolo, mamma si chinava spesso , si vedevano bene le cosce, e quelle tettone che ballavano dentro la sua canottiera, anch'io la squadravo.. E pensavo tra me me..dai mamma che un po'la troia la sai fare bene anche tu..
Luca invitò mamma a fare la pausa pranzo con noi, mamma accetto'.alle 13 scendemmo giù in un ristorante per mangiare, appena preso l'ascensore, mamma ci dava le spalle , Luca mi guardava dopo aver visto il culo di mamma, si mordeva le labbra,mi guardava scuoteva la testa come per dire .. Quanto me la scoperei..
Durante il pranzo si rideva e scherzava, mamma era molto allegra , nella sala da pranzo c'era anche il nostro capo,che chiese a mamma se poteva fermarsi un paio d'ore nel pomeriggio per sbrigare delle pratiche, mamma si mise a disposizione per dare una mano. Tornati in ufficio, mamma era nella stanzetta a fianco per fare delle fotocopie, io Luca parlavamo di lei.
-Luca"oggi ha superato se stessa, e' tutto il giorno che c'è l'ho duro, mmmm cosa gli farei?"
Quella situazione mi piaceva sempre di più, così mi spinsi anch'io un po'"e' vero Luca, hai ragione, chissà che pompini che fa'"
-Luca" non dirmi così se no vado di la e..."
-io" vai che ti frega magari ci sta"
In quel momento chiama mamma che non trovava alcune pratiche, così ritorno' dove eravamo noi, Luca gli spiego che le pratiche che cercava era negli uffici sotto.. Luca decise di accompagnarla.
Appena usciti , già viaggiavo con la mia fantasia ,a quello che sarebbe potuto accadere , e mi eccitavo solo all'idea, ma passarono solo 5 minuti, che Luca e mamma rientrarono in ufficio.
Mamma fini il suo lavoro e mi disse ci sentiamo dopo.non capii subito quella frase, appena mamma si allontano chiesi a Luca se aveva provato qualcosa e lui mi disse"appena sono salito sul l'ascensore mi sono messo dietro di lei , gli ho accarezzato la pancia e mi strusciavo contro di lei, glielo fatto sentire bello duro , ma appena ho provato a mettergli un mano sotto la gonna
Mi ha bloccato.."
Inutile dire che quelle parole mi eccitarono, anche perché ormai lo ero in maniera permanente ...
Luca poi continuo" gli ho baciato il collo e gli ho detto.. Dai Teresa fammi un pompino mi fai impazzire"
Facevo fatica a deglutire .. -"e lei Luca cosa ti ha detto "
-Luca" che non gli sembrava il caso e di non fare lo stupido.. Gli ho chiesto se voleva venire a cena da me, e mi ha detto che sarebbe venuta solo se venivi anche tu"
-io" è cosa vengo a fare io? Ma dimmi Luca ti sembrava arrabbiata per quello che hai fatto?"
-Luca"no, anzi secondo me l'aveva capito che ci avrei provato, e comunque mi ha detto di non dirti niente , mi raccomando acqua in bocca.. E ci vediamo stasera " .
Appena tornato a casa, mamma voleva capire se Luca mi avesse detto qualcosa, ma reggevo il gioco del mio collega, e mamma continuava a dirmi che era stato carino che ci avesse invitato per cena, però non mi diceva tutto il resto.sia io Che mamma ci preparammo per la serata,quando uscì dalla sua stanza aveva fatto centro, aveva indosso una maglietta nera tutta bucherellata, si vedeva sotto il suo reggiseno rosso,sotto una gonnellina nera che con i tacchi se pur non esagerati lasciava vedere bene le sue gambe senza calze.
"Mamma ma sei stupenda ,non e che vuoi andare da sola alla cena?"
-lei"stupido assolutamente no, sono solo un po' generosa come mi hai chiesto, se è esagerato dimmelo ti prego"
-io " no mamma stai benissimo, solo che.."
-lei"solo che ?"
-io"solo che così mi fai venire voglia di Guardarti anche a me". Ridemmo tutti e due .. " dai stupido andiamo che Luca ci aspetta.
Arrivammo a casa di Luca, una casa bellissima enorme molto moderna, ci fece accomodare in giardino per un aperitivo.Subito parti' una bottiglia di vino, l'atmosfera era piacevole.Luca ci sapeva fare , faceva divertire mamma,di tanto in tanto gli appoggiava la mano sulla gamba, mamma era anche leggermente brilla, come molto divertita ...
-Luca"e Miky hai visto che fortuna che bella compagnia che abbiamo stasera "mamma subito si intromise prima della mia risposta
" e no Luca mi Sa che Miky guarda le ragazze più giovani "
-Luca " no no Teresa fidati che guarda anche te, dovresti sapere cosa dice di te al lavoro.."
Iniziavo ad andare un difficoltà, non sapevo se riuscivo a reggere la situazione ..-mamma" ah si è cosa dice di me?"
-Luca"e no sono discorsi tra uomini "
-mamma"no adesso sono curiosa e me lo dovete dire cosa dite di me"..
Luca si avvicina a mamma e con voce bassa gli dice"che hai 2 tette fantastiche "..mamma si blocco'
" ah dici questo di me?"
-Luca" e che male c'è sei una bella donna , e' un complimento mica un offesa.."
Mamma si mise a ridere reggeva il gioco, io ero un misto di emozioni tra il preoccupato, l'imbarazzato e l'eccitato.
-Luca"e dai se un ragazzo così giovane ti guarda dovresti solo
Essere contenta .. Dai non dirci che non lo sei che non ci credo"
-mamma mi guardava "ma si certo che mi fa piacere ci mancherebbe "
Intanto mi lanciava occhiate, ma non era arrabbiata, rideva, stava allo scherzo ..
-Luca" poi dai se ti metti queste gonneline e' normale che noi maschietti ti guardiamo"
-mamma"ma mica avevi detto che mi guardava solo le tette?
-Luca"no Teresa ti guardiamo tutta.. Perché ci fai impazzire.."
-mamma" ho capito che lavoro con 2 depravati.."
Scoppiammo tutti a ridere , poi mamma continuo.."e sentiamo Luca cos'altro dice di me Miky".
-Luca " bhe se lo vuoi sapere .."
-io" dai non esageriamo poi magari si offende "
-Luca" ma no dai Teresa e' una donna moderna.."
-mamma " dai che sono curiosa"
Luca si avvicina a mamma ..
" Miky pensa che sei una fantastica pompinara, e anch'io lo penso.."
Pensavo che era la fine, invece Luca stava mandando mamma in trance gli accarezzava il collo , con qualche bacio sulla guancia di tanto in tanto..
Luca ci guidò in sala, prese un gioco in un cd e disse .. Vi va di giocare a quiz strip? Luca ci spiego' che era un gioco dove c'erano delle domande e se sbagliavi c'era una penitenza da pagare ,che poteva anche essere quella di togliersi un indumento..
-mamma" ma siete pazzi? No dai mi vergogno poi sicuramente le sbaglio tutte"
-Luca" ma dai, le domande sono semplici , e' molto divertente , poi di cosa ti devi vergognare , tanto non è cambia molto con, o senza la maglietta che su.. Dai che divertiamo ci facciamo un po' di risate , fidati"
Mamma era un po' perplessa, ogni tanto mi lanciava delle occhiate a me, io cercavo di rassicurarla con il mio sguardo..
Parti' il gioco, mamma era seduta in mezzo a me è Luca, le prime domande erano molto semplici anzi inviavamo a ridere molto , le domande iniziavano a farsi un po' poi complicate, sia io che Luca ci eravamo tolti le scarpe mamma non ne sbagliava una,poi io iniziai a sbagliare , il gioco imponeva di farmi togliere la maglietta da un altro concorrente..
" bhe direi che non ho dubbi" indicai mamma, che si avvicino mi tolse la maglietta , rideva molto e scherzando esclamo'.." Wow che bel giovanotto "..
Poi mamma sbaglio' e doveva farsi togliere le scarpe , scelse Luca, che si alzo' , tiro' su la gamba a mamma, la gonna gli si Tiro' indietro, si vide tutto.. Mamma con un urletto'"dai stupido che mi si alza la gonna".. Luca non la ascolto e per togliere l'altra scarpa fece la stessa cosa..
Mamma divento' più rossa , poi si ricompose era uno spettacolo quell'attimo che ero riuscito a vedere qualcosa .. Ma il meglio doveva arrivare .
Dopo due domande Luca rimase in mutande e mamma lo sfotteva , anch'io sbagliai la domanda e rimasi in mutande ,mamma sfotteva anche me,la mia eccitazione era visibile, anche mamma se ne accorse,stavo scoppiando dentro i boxer, quando mamma sbaglio la domanda..
Luca si avvicino il più possibile a mamma"adesso ti devi togliere la magliettina tesoro.." La situazione ora stava cambiando ..- mamma" dai ragazzi mi vergogno "
-Luca" e di cosa dai .. Ora siamo noi i curiosi.."
Mi feci coraggio anch'io ormai non potevo più controllarmi .." Dai Teresa rimani in reggiseno stai tranquilla".mamma mi guardava ma era come paralizzata, così ne approfittai e gli tolsi la magliettina ,mamma era davanti a noi senza magliettina solo in reggiseno , mamma ora parlava meno,Luca n'è approfitto e gli mise una mano su una tetta, era molto eccitato anche lui, mamma gli tolse la mano.." Ragazzi non esageriamo però "...
-Luca " dai Teresa fai un altra domanda"
Mamma sbaglio la successiva , e doveva scegliere se togliersi lei un indumento oppure quello di un altro concorrente ..
" dai ragazzi forse e meglio che ci fermiamo"
-Luca " ma dai siamo tutti in mutande, togliti la gonna e siamo tutti pari..".mamma guardava solo me,capivo benissimo che da una parte voleva toglierla , ma dall'altra era bloccata, ma capivo che era molto eccitata,Luca continuava a baciargli il collo le braccia, mentre si toccava il cazzo sopra le mutande .." Ma cosa mi state facendo fare? ..dio che vergogna.."si tolse la gonna era seduta in mezzo a noi , solo con mutandine e reggiseno,era di sasso mamma..
-Luca"dai Teresa, non dirmi che non vuoi vedere altro.."
Mamma " ragazzi ma siete in due, non ho mai fatto l'amore con due uomini.."
Luca eccitato al massimo disse .." Dai Teresa chissà quanti cazzi hai visto , pensa che bello averne due.." Sia io che Luca iniziavamo a toccarla ..Luca si alzo ' in piedi di fronte a mamma , si tolse i boxer, mentre io continuavo a toccargli le tette, mamma era in bambola ,presi coraggio , gli spostai le mutandine era un lago,inizai a fargli un ditalino, mamma allargo'le gambe, iniziava a lasciarsi andare, godeva..Luca gli avvicino il cazzo sulle labbra .." Dai amore..fammi vedere quanto sei brava.."
Mamma succhiava era in estasi, nel frattempo Luca gli tolse anche il reggiseno , il le mutandine,era completamente nuda,quando Luca si sposto mamma disse " siete due matti ma vi rendete conto..?"ma mamma continuava a guardare me, mi alzai anch'io mentre era ancora seduta , mi avvicinai, e dissi"anch'io voglio provare questa bella bocca, mamma mi spompinava ,e lo metteva in mezzo alle tette..
Luca"dai Teresa vuoi scopare adesso?"
Mamma con la faccia piena di godimento rispose" ma vi prego non ditelo a nessuno.."
-io" come vuoi essere scopata amore!?"
-lei" io impazzisco quando mi scopano a pecora.."
-io- " e ma siamo in 2"
-lei" dai mentre uno mi scopa , a l'altro gli faccio un pompino poi cambiamo.."
-Luca"lo sapevo che ti piaceva il cazzo.. Inizio a scoparti io.."Luca scopava mamma, mentre a me lo succhiava..dopo poco Luca venne..
"Scusate ragazzi io vado in bagno a lavarmi.. Continuate pure.."
Luca andò in bagno , mamma mi guarda.. - " e a te tesoro come ti piace scopare?
-io"dai mamma viene sopra di me.." Mamma si mise sopra e inizio' a muoversi.." Hai un cazzo stupendo amore mio.. Aaahhhhhh mmmmmmm .. Dio tesoro mi stai scopando .. Sei pazzesco.."
-io" oohhhh si mamma sei fantastica .. Ti prego fammi venire in bocca .." Mamma si inginocchiò , mi fece un pompino meraviglioso.. " Dio mamma devo sborare.. Sei troppo bravaaaaaaa aaahhh mmmmmmm....aaaahhhhhh"
Ero esausto mamma anche , Luca tornò da noi.. Mamma disse" mi raccomando oggi non è successo nulla" .. Dopo esserci rivestiti e sistemati tornammo a casa, mamma continuo a guardare fuori dal finestrino .. Senza dire una parola..

Io e mamma rientrammo a casa, il viaggio di ritorno dopo quello che era successo fu' accompagnato da un silenzio surreale,con lo sguardo cercavo di capire le sensazioni di mamma, che guardava perennemente fuori dal finestrino.Appena rientrati in casa, mamma l'unica cosa che disse fu'" vado a letto".La fermai per un abbraccio e gli chiesi"mamma cosa hai ?"lei con faccia molto preoccupata sbottò subito.. " dimmi la verità cosa pensi di me?di Luca non m interessa nulla, ma di te si. Scusa miky non so cosa mi è preso, non sarebbe dovuto accadere , mi vergogno da morire per quello che è successo , e che non so , non sono stata capace di controllarmi ..."mamma diceva un sacco di parole, era molto agitata, fermai io il suo discorso cercando di tranquillizzarla-"ma mamma non ti preoccupare , non ti giudico assolutamente stai tranquilla dai".Le mie parole non tranquillizzarono mamma nell'immediato e mi chiese con voce più bassa " dimmi davvero cosa pensi di me, dimmi Miky pensi che sia una..?" -io " una cosa mamma?"e lei con voce ancora più bassa" pensi che sia una troia Miky ?"naturalmente cercai parole che la lasciassero più tranquilla possibile" ma no mamma, e' stata una situazione così ci siamo fatti prendere tutti , non preoccuparti davvero "-lei" ti giuro tesoro che non ho mai fatto certo cose, e che non so avete creato un atmosfera strana, anche Luca cavolo mi ha imbambolata non so cosa sia successo, ma ti prometto che non succederà più "-io" ma perché mamma non ti è piaciuto?" mamma che era già più rilassata rispose" ma dai scemo che domande mi fai?" -io" vabbe' dai puoi dirmelo non c'è problema " -lei" no non te lo dico, anche se devo ammettere che..."mi guardo' dritto negli occhi , io aspettavo che finisse la frase, che però non arrivo-"cosa devi ammettere mamma?" -lei" niente Miky..cavolo mi vergogno domani mattina a tornare al lavoro , non so come comportarmi , non vorrei che Luca facesse un po' lo stupido "-io" ma no , comportati normalmente , lui comunque pensa sempre che tu per me sei solo una collega, non verrà a sapere del nostro segreto"-lei" ciao Miky vado a letto , e scusami ancora è grazie per le tue parole.." Mamma si girò per andare nella sua camera, gli guardai il culo, coperto dalla sua gonna aveva una camminata che mi faceva impazzire non potevo resistere a non dirgli qualcosa"mamma?!"lei rispose" si tesoro?" -io " ma che bel culo che hai"-lei" scemo vai a dormire" è mi sorrise.
Andai a letto non riuscivo a prendere sonno, continuavo e pensare e ripensare a quanto accaduto , mi facevo mille domande,e le cose che mi chiedevo più erano due, una e che pensavo che mamma non era arrabbiata , ma le interessava che non l'avrei giudicata, e questo sicuramente era una cosa buona, l'altra però erano le parole di mamma, quando mi disse" tranquillo non succederà più" bhe questo mi preoccupava , io non volevo che sarebbe dovuto finire tutto quella sera , mi sarebbe piaciuto andare avanti .La mattina seguente mi recai al lavoro, c'era Luca che era su di giri al massimo, io invece un po' più pensieroso ma cercavo di non farlo notare a Luca .
" allora Miky cosa ha detto Teresa quando l'hai portata a casa? Non ci avrai mica fatto qualcos'altro ? Con la voglia che aveva mi Sa di si e Miky?"-io" no Luca , l'ho portata a casa e basta "mi limitai a tagliare subito il discorso, ero anche un po' agitato per quando mamma sarebbe entrata in ufficio , avrei capito subito il suo stato d'animo dai suoi atteggiamenti .Mamma entro' in ufficio, si vedeva che era i po' contratta , Luca la accolse con sorrisi e complimenti , che mamma cercava di sviare , ad un tratto Luca , si alzo' andò da mamma che era seduta sulla sua scrivania , si mise dietro di lei in piedi e gli disse" Teresa mi sembra un po' troppo abbottonata questa camicia" e gli slaccio' i primi bottoni della sua camicia , io guardavo subito si noto il reggiseno di mamma, che guardo' Luca mentre riallacciava i bottoni della sua camicia e gli disse" penso che la mia camicia vada benissimo così "..
Luca si rimise a sedere , io capi che forse quello successo la sera prima aveva messo in imbarazzo mamma, che infatti non dava modo a noi di farsi guardare molto, anche nei giorni successivi, io Luca ne parlavamo anche lui era un po' dispiaciuto , ma era comunque un uomo che non glia mancavano le donne , faceva sempre la battuta a mamma, ma aveva capito che forse era il momento di mollare la presa. Io ero molto dispiaciuto , e il mio pensiero era fisso a mamma, insomma volevo fare ancora qualcosa, dovevo trovare il modo , quello che era successo non poteva essere un caso isolato, avevo voglia di rivederla vestita in maniera provocante, avevo una gran voglia di riassaporare il suo corpo, le sue labbra , avevo una gran voglia di scoparla ancora , ed ero convinto che una strada c'era per soddisfare la mia voglia.
Una mattina il mio capo mi disse che dovevo andare in trasferta per presentare un progetto di lavoro , il problema che mi sarei dovuto fermare diversi giorni, perché dovevo svolgere il mio lavoro di venerdì e il mercoledì seguente . Durante il giorno il mio pensiero era quello che avrei lasciato per quasi una settimana mamma da sola con Luca in ufficio, non è che fossi geloso, ma pensavo tra me me, e se Luca se la scopa ancora è io no? Non mi interessava se ma mamma,sarebbe andata con Luca,non mi avrebbe dato fastidio, ma mi rodeva se non sarebbe venuta con me, anche se a vedere dai suoi atteggiamenti sarebbe stata una cosa difficile , ma Luca ci sapeva fare e questo non mi faceva stare tranquillo completamente, così mi venne in mente un idea di chiedere al mio capo se poteva venire Luca con me,almeno non sarebbe stato solo con mamma.La mattina seguente andai dal mio capo, quando stavo per proporgli la mia idea , cambiai in un lampo il mio pensiero e gli chiesi"volevo chiedergli se Teresa poteva venire con me in trasferta , così mi aiuta nel lavoro" il mio capo persona molto gentile, mi disse subito che non c'era problema , e che quando mamma sarebbe scesa gli avrebbe fatto la proposta.La sera quando tornai a casa mamma mi disse subito " Miky vengo anch'io con te in trasferta , sono molto contenta, anche perché avremo da lavorare solo 2 mattinate , poi il resto tutto il tempo libero, sono felice almeno cambiamo un po' d'aria ".l'entusiasmo di mamma un po' non me lo aspettavo, ma ero molto contento, fare qualche giorno solo con lei mi eccitava, lontano da tutto e tutti.Ero in doccia fischiavo e cantavo ero contento , quando mamma mi chiamo" Miky posso entrare che mi devo asciugare i capelli?"-io"si mamma entra pure". Mamma entro in bagno, i miei occhi subito si spalancarono, mamma era solo in intimo, reggiseno e mutandine color viola, inizio' ad asciugarsi i capelli, io la vedevo attraverso il box doccia, di quelli dove non si vede in maniera limpida , ma comunque si vede, e lei attraverso lo specchio poteva vedere me, e questo mi faceva diventare il mio cazzo durissimo, così mi girai di spalle, non è che mi vergognavo, però non sapevo della sua reazione, dopo poco dovevo uscire dalla doccia ma mamma era ancora ili, come gli chiesi di passarmi l'asciugamano e lei a sorpresa rispose " ma dai amore non mi scandalizzo puoi uscire"-io"di cosa non ti scandalizzi mamma?"-lei" di vederti con il cazzo di fuori" quelle parole mi fecero salire ancora di più l'eccitazione , così uscii dalla doccia completamente nudo , mi misi dietro di lei di fronte allo specchio , e dissi "allora non ti scandalizzi neanche a vederlo bello duro mamma?"intanto
Iniziai a strusciarmi sul suo culo, coperto solo dalle sue mutandine , mi strusciavo lentamente in preda ad una eccitazione micidiale - lei" ma Miky che fai ?dai non fare lo stupido ti prego"-io " dai mamma sei fantastica , lasciami fare"-lei" non dire cavolate, non sono fantastica per nulla, non mi prendere in giro ho un culo che sembra un panettone"-io" ma che dici mamma, il tuo culo mi fa impazzire" mamma dava piccoli piaceri di godimento , ma si vedeva che si frenava,così gli spostai il
Bordino delle sue mutandine e gli
Strusciavo il cazzo duro come
Il marmo, quel contatto mi mandava per aria , sentire il mio cazzo su quelle chiappe belle calde e piene mi piaceva da morire , continuavo a muovermi mentre dallo specchio vedevo mamma i suoi occhi socchiusi dal piacere , era incredibile , stavo già per venire, lei disse" ti prego amore spostati non posso" -io" mamma non ci riesco ho troppa voglia di.." Non finii la frase che mamma si sposto ' lei è mi disse" vado a vestirmi e preparare le cose da portare via , dopo falle anche tu"..-io mentre gli facevo vedere la mia eccitazione gli dissi" ma mi lasci così ?"lei rispose " e si cavoli tuoi fai da solo" sorrise e uscì dal bagno.
Rimasi male da una parte , però da un altra ero contento dovevo sciogliere mamma dovevo trovare la strada giusta.La mattina seguente, quella che precedeva la nostra partenza , Luca mi disse"ti fai 5 giorni con quella li, le fortune tutte a te , chissà quante ne combini"- io" ma non penso proprio vado via per lavoro, poi hai visto anche tu che non da più segni lei"-Luca" ma Miky , ma vedrai che te la da, hai 5 giorni lontano da tutti non puoi farti scappare questa occasione ,poi ti ho detto che lei guarda molto di più te , vedrai che la troia si fa scopare".Quando Luca parlava così , mi faceva arrappare ancora di più. Mamma entrò in ufficio,cominciammo a parlare tutti e tre del progetto che dovevamo presentare,il lavoro ormai era completato e Luca disse" beati voi che andate, per di più in una località di mare, chissà come ti divertirai Teresa con Miky " -lei rispose un po' con mia sorpresa " perché sei geloso ?"Luca mentre guardava nella scollatura di mamma" bhe a pensare che saranno solo sue queste belle tette un lo si" -lei "guarda che al massimo le guarderà come stai facendo tu ora, nulla di più "-Luca" e si ma se andare in spiaggia potrà vederti in costume "-lei" e cosa sarai mai ?"-Luca" sempre qualcosa in più di me però potrà vedere , non sarà molto ma mi accontenterei visto che fai tanto la santa adesso"-mamma" ma che stupido che sei, e come se mi mettessi adesso in reggiseno ti accontenteresti ?"io ascoltavo a bocca aperta il loro dialogo , Luca rispose " ma certo Teresa "-lei" siamo sicuri che non entra nessuno in ufficio?" Luca si alzo' chiuse la porta a chiave e disse " sicurissimo" . Mamma con fare da porca si sbottonò la camicia, rimase solo con il suo reggiseno nero,e disse " per un paio d'ore goditi il tuo spettacolo Luca". Guardavamo mamma, seduta sulla sua sedia della sua scrivania, solo in reggiseno ,Luca la guardava gli disse" dio mio Teresa sei una cosa spettacolare,non sai che ti farei" - lei" proprio nulla, hai detto che ti saresti accontentato ,quindi mantieni la parola " mamma sorrideva divertita , anche Luca sorrideva rassegnato .Era il momento che mamma aveva finito il suo turno, si alzo ' per rimettersi la camicia, quando Luca gli disse " aspetta Teresa dai vieni qui a salutarmi, non ci vedremo per quasi una settimana" mamma andò verso Luca, che tiro' indietro la sua sedia ,e fece sedere mamma sulle sue gambe, e gli disse "dovrò farmi una settimana da solo mi mancherai gioia"-mamma " e già mi immagino quanto"Luca si avvicino all'orecchio di mamma e gli disse" mancherai anche al mio cazzo Teresa"-lei" ma dai non fare lo scemo "io guardavo la scena, e pensavo , ma guarda mamma quanto è brava..Luca gli si avvicinò alla guancia e inizio a dargli dei piccoli baci,mentre l'abbracciava intorno alla vita,mamma gli mise le sue braccia intorno al collo , i loro visi erano vicini poi mamma disse " va che un po' mi mancherai anche tu"si guardarono , iniziarono a baciarsi davanti a me,Luca gli abbasso' il reggiseno , e li mamma si alzo 'di scatto, prese la camicia si ricompose e Luca mentre gli faceva vedere la sua erezione sotto i pantaloni gli disse" ma mi lasci così?" La risposta di mamma fu repentina " cavoli tuoi arrangiati da solo " mente mi guardava uscì sorridendo .La sera quando rientrai a casa, mamma non apri' il discorso su quanto successo , era contenta che il giorno dopo saremmo partiti. La mattina seguente , dopo un viaggio in treno arrivammo a destinazione, avevamo un bel albergo con 2 stanze singole separate, così ci avevano prenotato il nostro capo. Ci preparammo subito, per andare dai clienti , aspettai mamma fuori dall'albergo, arrivo' ,aveva un paio di pantaloni bianchi, risaltava molto il suo culo pieno, e una camicia nera,quando si avvicino' gli dissi " mamma se c'era Luca, questi bottoni li avrebbe voluti vedere così" e nel frattempo gli sbottonai i primi bottoni ,si vedeva benissimo il suo reggiseno viola , mamma mi guardo' non disse nulla, e lascio' la camicetta aperta.Prendemmo un taxi ,notai che il il taxista guardava mamma, che non si era accorta,guardava la sua scollatura ,ed io pensavo .. "E dai mamma, lo fai tirare a tutti..mmmmmhh che troia."
Arrivammo dai clienti , il lavoro si rivelò più duro del previsto , finimmo il tutto intorno alle 17 ,tornammo in albergo , e dopo una doccia portai mamma fuori a cena.Adesso avevamo davanti a noi 3 giorni di vacanza praticamente .La mattina del sabato parlai al telefono con il mio capo, dicendo che era tutto ok, e che dopo qualche giorno avremmo concluso il tutto .Nel pomeriggio io mamma avevamo deciso di andare in spiaggia , la giornata era bella non molta gente, insomma si stava bene,avevamo preso 2 lettini e un ombrellone.
Mamma leggeva un libro mentre prendeva il sole,si mise un po' di crema solare, poi mi disse-"ne vuoi un po' Miky?"-io " si dai mamma me la metti tu?"-lei"uff ti ho viziato troppo" si mise a ridere e inizio' a mettermi la crema sulla schiena , poi mi girai e gli dissi -"anche davanti per favore mamma"
Mi sdrai a pancia in su sul lettino, mamma mi spalmava la crema , ma la situazione diventò subito strana,il suo modo di muoversi mi eccitava , gli guardavo le tette, mamma mi massaggiava l'addome , io facevo dei movimenti con il bacino per fargli sentire la mia erezione , riuscivo a sfiorarla,lei se ne accorse e dopo qualche secondo con voce un po' strozzata , mentre andava avanti a massaggiarmi mi disse-" ma posso sapere cose ti piace di me" io non esitai naturalmente eccitatissimo " mamma sei troppo eccitante .. -lei"ma tu mi prendi in giro" , quel suo modo da finta ingenua era ancora più intrigante.. Le dissi mentre indicavo la mia erezione" mamma ti sembra che ti prendo in giro" si mise a ridere, e disse" sei un monello , ma posso dirti una cosa amore?"-io "dimmi"-lei "un po' mi vergogno però " -io"ma dai dai siamo solo io è te ormai di cosa ti vergogni, stai tranquilla fidati di me", mi guardo' mi disse" l'altra sera, quando me lo mettivi ho goduto come non mai, il tuo cazzo devo dire che stupendo tesoro"-" e non lo rivuoi mamma?" -lei " non fare lo stupido , non possiamo "-io" chissà se riesco a resisterti??"-lei" tanto dormiamo separati quindi.." E si mise a ridere . La sera tornammo in albergo , dopo cena gli dissi a mamma se voleva vedere un po' di tele prima di dormire mi disse che si andava a cambiare e che dopo sarei potuto andare nella sua stanza .Andai da lei, avevo una magliettina e un paio di pantaloncini , mamma un vestito corto estivo, guardammo un po' la tele, parlammo un po' di tutto , poi mamma mi disse" ufff scomodo questo materasso mi fa male la schiena "- io" dai mamma ti faccio un bel massaggio prima che dormi"-lei" e da quando sai fare i massaggi?"- io " ma scherzi sono un fenomeno" mi misi a ridere e lei" e proviamo questo fenomeno " si giro pancia in giù è io subito" e dai mamma togliti il vestito però se no come faccio?"-lei" ho solo l'intimo sotto " -io" sempre la solita esagerata, ti ho visto in costume cosa cambia?" - lei " e mi Sa che qualcosa cambia " - la incitai nuovamente"dai non fare sempre la difficili mamma mia " - lei " e vabbe' basta che fai un buon lavoro e sopratutto fai il bravo" si tolse il vestito io voltai un attimo lo sguardo , mamma si risistemo sdraiata pancia in giù , quando la vidi, era si in intimo sempre di color nero, le mutandine dal dietro erano completamente trasparenti e sotto il colore potevo vedere il suo bel culo pieno ,mi tolsi subito la maglietta , mi misi a cavalcioni sopra di lei , iniziando un lento massaggio,avevo il cazzo appoggiato su quelle mutandine, ero arrapatissimo e inizia" hai corpo stupendo mamma,mi fai morire .. Posso chiederti una cosa..?" - lei " dimmi Miky?"-io" posso farmi una sega mentre ti massaggio?" Lei giro' lo sguardo cercando il mio e mi disse " ma non avevi promesso di fare il bravo ?"-io" dai mamma non ti faccio nulla ti prego", non aspettai la sua risposta che mi abbassai di colpo la pantaloncini e boxer , ero nudo" dai mamma girati che ti massaggiò davanti " mamma si giro' iniziai a massaggiarla gli toccavo le tette, poi scesi fino alla figa, mamma era partita si faceva fare un ditalino, avvicinai il mio cazzo sulle sue labbra "dai mamma fammi un pompino .. Mettilo in bocca.. "Mamma mi sposto si tiro' si è disse " no Miky vai a letto stiamo andando oltre"io mi arrabbiai un po' gli dissi" si ma non ti capisco lo vuoi anche te ma ti freni sempre " mi girai in un attimo era già fuori dalla camera un po' arrabbiato , arrivai in camera, mi misi sul letto, dopo un attimo che spensi la luce mi arrivo un messaggio da mamma" sei arrabbiato?"-io risposi " si non mi accontenti mai!!Il giorno seguente io parlai non molto, mamma si era accorta che ero un po' deluso , lei cercava di fare la simpatica come al solito e la sera mi disse" decidi tu stasera o mi porti a ballare, o a mangiare o al cinema .. Libera scelta" e io -" pure ?" Sorrisi anch'io . Decidemmo di andare al cinema, mamma da subito mi sembro molto affettuosa gentile , calda.. Si insomma anche un po' porca .Nelle sala la gente non era molta, il film neanche bellissimo,eravamo abbastanza in disparte anche per poter parlare dopo un po' mamma mi chiese" dici che è troppo corta la mia gonnellina stasera tesoro?" -io" no mamma stai benissimo" -"mi sembra che non mi hai guardato tanto" guardai mamma vedevo che era sciolta e continuo '" mi guardano gli altri e tu no?"-io " mamma giuro che se fai così te lo tiro fuori qui"-lei" tanto non hai il coraggio" la guardavo e lentamente mi slacciavo i pantaloni, lo tirai fuori già completamente in tiro gli presi la mano , la feci scivolare sulla mia asta, mamma mi segava piano ,si avvicino inizio a baciarmi, poi abbasso' la testa vicino al mio cazzo, inizio' a succhiarlo piano piano, -io" brava mamma, sei una pompinara fantastica continua.. Mmmmmmmmm"dopo poco mamma mi guarda mi dice" non mi piace il film andiamo in albergo?"e io-" e cosa vuoi fare in albergo?"- lei " andiamo dai"-io"no mamma lo voglio sapere..-lei" ho voglia di essere scopata Miky.. Voglio il tuo cazzo.. Non resisto più .Andammo in albergo con calma, arrivati nella mia stanza presi mamma da dietro la abbracciai lei mi disse" sai che prima mi ha scritto Luca " -io " cosa ti ha scritto?" E lei con uno sguardo provocante mi disse"che si sta facendo una sega sognando di scoparmi"io rimasi di sasso e gli dissi " e tu mamma?" Mamma mi guardo' inizio a baciarmi , mi prese una mano e la mise sotto la sua gonna, era tutta bagnata , mi disse" adesso voglio scopare con te".. Si tolse i vestiti rimase in intimo, poi spoglio' me,mi fece sdraiare e continuo il pompino precedente e mi disse" amore ti piace come ti faccio i pompini-io" si mamma , sei brava dai spogliati anche tu ti prego.." Mamma si tolse anche l'intimo inizio' a farmi una spagnola" mmmmm dai scopa le mie tette Miky. ummmmm mmmmm.."mamma di giro ' "amore dai scopami adesso.." Iniziai a scopare mamma godavamo insieme ." Pazzesco come mi scopi amore..mmmmm" -io" mamma mi fai scoppiare .. Quanto sei Troia .. Ummmmmm" .Cambiammo posizione lei era sotto di me ero al culmine dovevo venire , tirai fuori il cazzo, mi avvicinai alle tette.. " ooohhhhh ohhhhh ohhhhh vengoooo vengoooo mammaaaaa" gli sborrai tutto sulle tette.. Mamma si pulì e mi disse" dormo qua sono cotta".. Ci addormentammo sfiniti..

Sono accetti qualsiasi commento critica e apprezzamenti del racconto. Visto che non voglio annoiare il seguito verrà scritto solo se richiesto dai lettori..

Questo racconto di è stato letto 3 5 1 1 7 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.


racconti gay hotinculata dal caneracconti eroticissimierotiraccontiracconti etoticidonne che fanno seghe ai cavallidominazione donnaracconti69racconti pirnoracconti foot fetishpompini storieerotici raccpntidonne che si leccano i piediracconti gay bisexstorie hot gratiserotic raccontiracconti erotici a scuolaracconti porno incintaho scopato con mia suocerarqcconti eroticiracconti erotici sadosuocere incestuoseracconti porno di incestii pompini della ziaracconti umiliazioneracconto sexyraccont eroticiracconti eroticheracconti di zoofiliaraccontieriticiraxconti eroticilesbicareincesto annunci 69brevi racconti pornocome diventare cuckoldstorie di lesbicheeroticiracconti gratisraconti sexracconti erpticisi fotte la cuginaraccontierticiracconti poracconti hard cuckoldraccontieroracconti di zoofiliaerotici raccoerotici 69racconti di tradimenti verisito racconti eroticiraccolta racconti eroticieroti raccontiracconti poa69 raccontiracconti erotici gstorie di adultiletteratura pornostorie di sesso tra fratelliracconti erotici cornutoracconti erotici suocera e generoracconti eriticiracconti erotici maretroia suoceraracconti erotici piedisveltina in ufficioraconti pornoracconti e storie eroticheracconti nonnaracconti roticistorie eroticheracconti erotici nudistiracconti eroticraccontizoofiliaracconti erotici msottomesso da mia moglieraconti pornoracconti erotici.milù raccracconti dilatazione analeracconti di erotismoracconti porno matureracconi pornoerotici racannunci69 gayle tette di mia cuginaraccontieroticrscconti pornoracconti potnoerotici gratisracconti feticistirecconti eroticiracconti porno casalingheracconi eroticiracconti esibizionismoracconti erotici filmracconti facesittingracconti incesto mamma