La storia vera con la zia Carmen

Scritto da , il 2014-12-23, genere incesti

Fin da piccolo ero stato molto viziato, sia dalla mamma che da sua sorella zia Carmen, praticamente per quasi tutta la giornata venivo coccolato da ognuna di loro o da entrambe assieme. Ricordo con un certo piacere che mi sbaciucchiavano in continuazione e molto spesso sentivo la loro bocca scorrere su tutto il corpo, alcune volte nella loro foga mi spogliavano completamente nudo e leccavano tutto il mio corpo specialmente la zona dell'inguine, allora il mio pisello si induriva subito e le loro bocche si contendevano il mio cazzetto ciucciandolo con vigore, per ore si trastullavano col mio pisello finché mi facevano godere e quando sentivano i miei gemiti di piacere una di loro se lo infilava tutto in bocca succhiando e leccando con vigore prolungando così il mio piacere per molto tempo. Passarono così diversi anni ed io crescevo con le amorevoli cure delle mie donne, andavo a scuola tutti i giorni ed al mio ritorno a casa dopo avere pranzato e giocato un pochino la zia mi chiamava per fare i compiti, la mamma era quasi sempre assente per il lavoro, lei sedava accanto a me e mi aiutava correggendomi gli errori. Un giorno avevo già quindici anni ed ero molto sviluppato, eravamo in questa situazione e poiché era primavera inoltrata indossavo canottiera e pantaloncini corti, senza mutande,, e lei era in vestaglia, seduta in quella posizione le si era aperta e si vedevano bene le sue cosce e una tettona. A quella vista subito il mio uccello si fece duro gonfiando il davanti dei pantaloncini, come ho detto ero molto sviluppata, avevo già un grosso cazzo, e la zia subito notò la mia eccitazione ed allungò la mano impugnandolo "vedo che il mio omino è eccitato e ce l'ha duro e bello grosso, forse è la zia che ti fa eccitare, hai visto le mie tettone?" senza aspettare risposta mi fece voltare e mi sfilò i calzoncini mettendo a nudo il mio cazzo in piena erezione lo massaggiò un pochino poi chinandosi se lo mise in bocca ingoiandolo tutto ed iniziando a ciucciarlo avidamente, alternava le ciucciate con leccate piene di saliva che rendevano la cappella lucida. "Come sei bello amore di zia non mi stanco mai di te vorrei ingoiarti tutto compresi i coglioni, sento che sono molto pieni, voglio svuotarteli dammi tutto ho tanta voglia di gustare la tua sborra". Ad un certo punto zia si sfilò il cazzo dalla bocca e prendendomi per mano "Vieni andiamo sul letto saremo molto più comodi" mi spinse sul letto facendomi sdraiare a pancia in su, il mio cazzo svettava turgido, lei svelta si tolse la vestaglia restando completamente nuda, era uno spettacolo arrapante con le sue tettone ondeggiavano ad ogni movimento ed il culo e la figa erano uno spettacolo. Così nuda si mise sopra di me con la bocca sul mio cazzo e le gambe allargate sulla ma faccia, avevo davanti alla bocca la sua grossa figa già semiaperta e gocciolante umori, anche il buchetto del culo di colore scuro con le sue grinze, si vedeva pulsare invitante. "Dai Giuse amore di zia con la tua linguetta fammi godere mentre io ti ciuccio questo bel bastone!!!" Continuammo per un bel pò a darci piacere, per me era la prima volta che leccavo la figa e il culo ad una donna e sentire, in bocca e sulla lingua quel sapore dolce/acidulo e il forte odore della figa eccitata aumentava il mio arrapamento facendo indurire di più il mio cazzo, "Che bel cazzo che hai come ce l'hai bello duro amore di zia mi sembra che si sia ingrossato ancora, quasi non riesco a tenerlo in bocca aahhhgrr che voglia che ha ti sentirlo dentro!!!". Con movimenti rapidi si tolse il cazzo dalla bocca si scavalcò dalla mia faccia mi si mise a cavalcioni, tenendo il mio cazzo in mano lo spennellò sulla figa facendolo entrare tra le grandi labbra poi si lasciò penetrare, sentii il cazzo avvolto dalla vagina bollente, l'aveva bagnata e stretta pur avendo la figa grande. Sentivo che il cazzo era stretto dalla sua carne calda, rimase ferma per un po' stringendo la vagina poi iniziò un piacevole sù e giù, vedevo il cazzo entrare ed uscire dal suo corpo le sue mammellone oscillavano arrapanti sul mio viso, allora ho alzato la testa ed ho iniziato a leccare e ciucciare quei grossi capezzoli scuri "Si ciucciami le tette prendile in bocca mordimi fammi sentire femmina, dai spingi forte il cazzo fammi godere voglio sentirti di più, chiavami amore miooo!!". Allungai le mani sulle sue natiche e col dito cercai il suo buco stretto e lo infilai tutto dentro, lei subito spinse più forte sul cazzo. Avevamo accelerato il ritmo della chiavata, mi sentivo sempre più duro e grosso dentro di lei ormai sentivo che stavo per venire. "Zia non resisto più, sto per sborrare" "Aspetta amore di zia resisti ancora un pochino e non venirmi dentro, quando sei pronto lo voglio in bocca ho voglia di ingoiare la tua sborra!!" Resistetti ancora facendole godere un altro orgasmo come una porca poi lei si scavalcò e veloce si fiondò a bocca aperta sul cazzo pompando avida e ciucciando, a quel punto mi lasciai andare spruzzando almeno dieci fiotti di sborra che lei ingoiò rumorosamente e continuò a ciucciare sinché me lo ripulì tutto. Io restai ancora duro e zia continuò a smanettarlo e leccarlo “Sai Giuse non mi stanco mai di baciarlo e leccarlo, prima mentre chiavavi ho sentito il tuo dito nel culo ti piacerebbe metterlo lì, lo hai mai fatto??” “Zia Carmen ti devo confessare che lo ho già infilato nel culo e mi è piaciuto molto, un mio cugino qualche tempo fa mi ha lusingato facendomi un pompino e quando ero duro e arrapato si è spogliato offrendomi il suo culo, con un pò di crema ha lubrificato il suo buco e il mio cazzo poi si è seduto sopra la cappella facendosela entrare tutta, poi iniziò un piacevole su e giù facendosi inculare, ricordo le piacevoli sensazioni che provavo dentro quel culone. Restammo attaccati per più di mezzora, lui mugolava di piacere come una troia, ed io sentivo di essere pronto così scaricai dentro la sua pancia una buona dose sborra che lui aspirava facendo pulsare il suo muscolo anale, ed anche lui venne sborrando per terra.” “Allora amore mio se il culo ti è piaciuto così tanto ora ti faccio provare il mio culo, mi vuoi inculare?” “Si zia tu hai un bel culone voglio proprio sentire come è infilarlo nel culo di una donna!!, sei sicura di prenderlo senza sentire dolore??” “Stai certo che puoi infilarlo facilmente, il mio buco di culo è già allenato e poi ce l'ho molto elastico, si dilata facilmente e sentirai che ti avvolge come un guanto caldo!!” Lei andò in bagno e ritornò con un barattolo di crema, ne prese qualche ditata ed iniziò a massaggiarmi il cazzo per tutta la sua erezione lasciandone un poco di più sulla cappella, poi alzò una coscia e ne spalmò sul suo buco già un pò dilatato e pulsante spalmandolo anche nell'interno, quando fu pronta si mise a cavallo delle mie gambe, dandomi le spalle, e lentamente si guidò il cazzo sul suo buco lasciandosi infilare. Entrò subito tutto senza impedimenti e senza alcun lamento se non di piacere da parte sua, “Aaaahhh come ti sento sei proprio bello grosso e duro amore di zia mi stai riempiendo tutto l'intestino, ti sento dentro la pancia!!” Iniziò una cavalcata arrapante vedevo il buco aprirsi inghiottendo tutto il mio cazzo co rumoretti come di scoregge in sordina, lei guaiva godendo come una troia “Ooohhh bimbo mio sei proprio grosso sento il tuo bastone dentro, mi sta portando in paradiso dai forza godimi dentro voglio sentirmi piena di sborraa!” non resistetti oltre ed iniziai a venire “Sssiii zia troiona siii ti sborrooo dentro sentilaaa!!” ed alla gai il suo intestino di una abbondante sborrata. Le visite a zia Carmen continuarono per tanto tempo ancora.
Autore: Giaco

Questo racconto di è stato letto 1 8 7 5 8 volte

Segnala abuso in questo racconto erotico

commenti dei lettori al racconto erotico

cookies policy Per una migliore navigazione questo sito fa uso di cookie propri e di terze parti. Proseguendo la navigazione ne accetti l'utilizzo.


culo rotto raccontispanking raccontifoto romanzo pornoraccontierracconti erotici di sessowww iomiluzia vergineerotici taccontiracconti storie di sessovolluttuosoincesti racconti eroticiracconti incesto gayraconti sexho messo incinta mia suoceraracconti di ninfomaniracconti ereoticifoto incestoracconti gay bdsmracconti porboracconti erotici familiariracconti porno suoceraeroticiracracconti porno con animaliracconti gratis di sessoracconti milu comstori pornoracconti doggingho inculato mia nonnaracconti di sesso amatorialeschiavo cornutoracconti erotici pisellinoracconti di coppieracconti gay incestiracconti di coppie con transracconti eroticissimiwww.eroticiracconti.itracconti erotici gay orsiracconti moglie puttanaracconti porno sadomasoinculatineraccondi eroticifoto storie pornocfnm raccontia 69 racconti eroticimamma ingravidata dal figlioi racconto di miluracconyi pornoracconti erotiracconti culoracconti erotici zoostorie porno piediracconti di mutandinestprie pornoracconti gay padreracconto schiavainculata dal caneschiava umiliatastorie porno annunci 69raccomti di miluraccomti milupompinara raccontiracconti hard incestracconti milunudastorie sexyerotico storieracconti zoofiliaho fatto un pompino a mio fratelloracconti di mamme incestuosemammeincestuosestorie eroticheraccontierotiracconti porno anzianiracconti/eroticimia moglie esibizionista al mareraconti di miluraccontitransquella troia di mia cuginaraacconti eroticiwww racconti pornoracconti incesto fratello sorellaracconti porno gratisracconti eeroticisorelle incestuoseracconti erotici ragazzi gayracconti erotici gravidanzaracconti eros gaygay raccontoraccinti eroticiraccont 69storie sesso gratisla monta delle vacche gayracconti erotici gay orsi